Sport / Formula1

Commenta Stampa

Bene anche Webber e Massa, terzo e quarto

F1 Monza: Vettel vince ancora, Alonso è secondo


F1 Monza: Vettel vince ancora, Alonso è secondo
08/09/2013, 14:03

MONZA - Solita ed insuperabile cavalcata trionfale di Vettel, in testa dal principio alla fine, con Alonso che prova a tenergli testa, ma invano; mentre Massa parte bene ma si spegne strada facendo. bene anche Hulkenberg, autore di una oscura ma dignitosa gara alle spalle dei primi. Ma ormai i giochi sembrano fatti, dato che Vettel ha oltre 50 punti di vantaggio su Alonso in classifica. 
Alla partenza Massa scatta alla grande sull'esterno e riesce ad arrivare al secondo posto, dietro Vettel, mentre Alonso supera Hulkenberg, ma non riesce a fare lo stesso con Webber. Ma alla prima curva Di Resta si tocca con Raikkonen: al primo vola via l'ala anteriore ed è costretto a fermarsi; il secondo ha l'ala anteriore danneggiata, ed è costretto ad andare ai boc per sostituirla. Al secondo giro Alonso entra con decisione e supera in staccata Webber, portandosi al terzo posto. Al terzo giro Vettel è in testa, seguito da Massa, Alonso, Webber, Hulkenberg, Rosberg, Ricciardo, Perez, Vergne Hamilton, Button, Grosjean. Al settimo giro Button supera Hamilton, in lotta per il decimo posto; mentre Alonso supera Massa, prendendo il secondo posto. 
All'undicesimo giro Hamilton viene richiamato ai box, ma non rientra, nonostante il richiamo venga ripetuto; rientra solo dopo due giri e dopo che gli è stato esposto il pannello. Al 14esimo giro Vergne, che stava resistendo a Button al nono posto, deve uscire dopo una fumata, probaibilmente per rottura del motore. Al 20esimo giro, Grosjean è il primo ad entrare ai box per il cambio gomme. al 21esimo tocca a Button, al 23esimo tocca a Vettel e a Webber, al 24esimo Massa, mentre Alonso avvisa il box che intende restare fuori ancora qualche giro. 
Al 25esimo giro quindi Alonso è in testa, seguito da Rosberg, Vettel, Gutierrez, Webber, Massa, Raikkonen, Hulkenberg ed Hamilton. Al 26esimo giro entra ai box Rosberg, al 27esimo rientra Alonso, ridando la prima posizione a Vettel. Mentre il ferrarista rientra al secondo posto, davanti a Webber. 
Le posizioni si mantengono poi stabili, senza che Alonso riesca a raggiungere Vettel, mentre Webber si fa sotto e Massa segue da vicino Webber. Anche i tempi sono molto vicini tra di loro, quindi non ci sono nè grandi rimonte, nè grandi distacchi. Nelle retrovie Hamilton al 49esimo giro rientra in zona punti, superando Perez che è al decimo posto. Al 50esimo supera Button, che è nono. 
Intanto in testa Vettel e Webber ricevono dai box numerosi avvertimenti sul fare attenzione alla gestione delle gomme, che stanno degradando. Ma il suo vantaggio (oltre 10 secondi a 5 giri dalla fine) è tale da poter gestire tranquillamente l'autovettura. Nonostante questo le Ferrari non riescono a superare le due Red Bull, e quindi Vettel porta a termine la gara in testa, seguito da Alonso, Webber, Massa, Hulkenberg, Rosberg, Ricciardo, Grosjean, Hamilton, Button, Raikkonen. 
La calssifica piloti vede adesso Vettel che aumenta il suo vantaggio e si porta a 222, contro i 168 di Alonso, i 141 di Hamilton e i 134 di Raikkonen. 
La prossima gara sarà il 22 settembre a Singapore, ma ormai Vettel può solo perdere il campionato. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©