Sport / Formula1

Commenta Stampa

Bene anche Raikkonen e le Red Bull, pessime le Ferrari

F1 Ungheria: Hamilton in testa dall'inizio alla fine


F1 Ungheria: Hamilton in testa dall'inizio alla fine
28/07/2013, 14:08

BUDAPEST (UNGHERIA) - Cavalcata trionfale di Hamilton, in testa dal primo all'ultimo giro del Gran Premio di Formula 1 di Ungheria. Vettel riesce a mantenere un terzo posto dietro Raikkonen che stupisce ogni volta per la sua capacità di conservare le gomme e finire la gara con meno pit-stop degli altri. Anonima la gara della Ferrari, con ALonso quinto e Massa ottavo, ma che non sono mai stati protagonisti della gara.
Alla partenza, lotta intensa per scavalcarsi reciprocamente tra i piloti, con diversi contatti tra i piloti. Tra i danneggiati c'è Massa, che in un impatto ha perso la parte esterna dell'ala anteriore; un danno che però non gli impedisce di tenere il ritmo. Dopo le prime curve, Hamilton è in testa, seguito da Vettel, Grosjean, Alonso, Massa, Raikkonen, Webber (l'unico tra i primi 10 che è partito con gomma media, non avendo disputato il Q3 delle qualifiche), Button, Ricciardo e Perez. 
Al nono giro, Hamilton è il primo che è entrato ai box per cambiare la gomma morbida con  cui è partito. Al decimo tocca a Rosberg, all'11esimo a Vettel e Massa, al 12esimo Alonso, al 13esimo entrano Grosjean e Raikkonen. AL termine dei cambi in testa c'è Webber, che ancora non ha cambiato, poi Hamilton, Button (anche lui partito con gomma dura), Vettel, Grosjean, Alonso, Perez, Sutil, Massa, Raikkonen. Al 23esimo giro, Webber entra ai box, lasciando via libera ad Hamilton. Subito dopo Vettel supera Button per la terza posizione, Grosjean lo segue, ma entra in contatto con il tedesco. Nella confusione anche Alonso supera Button, che subito dopo entra ai box sia per sostituire le gomme che per sostituire l'ala anteriore danneggiata dall'impatto con Grosjean. Ma anche il francese entra ai box al giro successivo, probabilmente per una gomma danneggiata dall'impatto. Grosjean e Button inoltre sono "sotto investigazione" per aver tagliato la chicane nel tentativo di sorpasso del primo sul secondo.
AL 27esimo giro la situazione vede Hamilton in testa, con 12 secondi di vantaggio su Vettel, poi Alonso, Webber, Raikkonen, Massa, Grosjean e Button. AL 28esimo giro Grosjean supera Massa, approfittando delle gomme più fresche. Al 30esimo giro Webber supera Alonso, mentre Hamilton entra ai box e lascia la testa della gara a Vettel. Sorpasso che viene poi restituito dal ferrarista. Al 33esimo giro Hamilton supera Webber e arriva in terza posizione e cerca di superare Alonso, cosa riuscita subito dopo quando Alonso entra ai box, insieme a Vettel. AL termine dei cambi, Hamilton è in testa , seguito da Webber, Raikkonen, Grosjean, Button, Vettel ed Alonso. Al 36esimo giro Grosjean viene sanzionato con un "drive through" (passaggio a bassa velocità attraverso la corsia dei box) per il taglio della chicane al momento del sorpasso con Button. sanzione che viene scontata nel giro successivo. AL 39esimo giro Hamilton è in testa, davanti a Webber, Raikkonen, Vettel, Alonso, Grosjean, Button, Massa, Rosberg. Al 43esimo giro Webber va ai box. AL 47esimo giro tocca a Grosjean, al 48esimo tocca ad Alonso, per uscire dai box davanti a Grosjean. 
Al 49esimo giro, Hamilton è in testa, seguito da Vettel, Webber, Raikkonen, Alonso, Button, Grosjean, Massa e Rosberg. Sempre al 49esimo giro Grosjean supera Button, mentre al 50esimo Hamilton rientra per la sua ultima sosta. Rientra al terzo posto ma subito dopo supera Webber, e si porta al secondo posto, dietro Vettel che però deve ancora andare ai box. Cosa che viene fatta al 55esimo giro. Il tedesco entra in pista dietro Raikkonen e va all'inseguimento del finlandese che, avendo scelto una tattica con una sosta in meno, ha le gomme meno performanti. AL 59esimo giro Webber va ai box per la sua ultima sosta, uscendo davanti ad Alonso e con le gomme morbide. A questo punto restano attive le lotte tra Vettel e Raikkonen per il secondo posto, quella tra Alonso e Grosjean per il quinto posto e quello tra Massa e Rosberg per l'ottavo posto. Quest'ultima lotta si interrompe al 65esimo giro, quando esplode il motore della vettura di Rosberg. 
E resta questo l'ordine finale: Hamilton in testa, seguito da Raikkonen, Vettel, Webber, Alonso, Grosjean, Button, Massa, Perez, Maldonado. 
Nella classifica dei piloti, Vettel resta in testa con 172 punti, Raikkonen raggiunge i 134 punti e scavalca ALonso, fermo a 133. Dietro anche Hamilton con 124, Webber con 105, Rosberg 84 e Massa con 61. 
Nella classifica costruttori è la Red Bull in testa con 277 punti, seguito dalla Mercedes con 208, la Ferrari con 194 e la Lotus 183.
Adesso per i piloti quattro settimane di sosta, di cui due di ferie; poi si andrà al Gran Premio di Belgo, a Spa-Francorchamps. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©