Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA DE LAURENTIIS

"Faremo un grande Napoli. Lamela mi piace, ma..."


'Faremo un grande Napoli. Lamela mi piace, ma...'
16/06/2011, 13:06

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, ha rilasciato alcune dichiarazioni nel corso di marte sport live.
"Per prima cosa voglio fare gli auguri ai giovanissimi del Napoli che oggi si giocano lo scudetto contro la Fiorentina. Abbiamo già vinto un titolo con la Berretti e vincere anche con i giovanissimi, per una società nata solo 7 anni fa sarebbe un grandissimo successo. Stiamo lavorando alla grande, anche se il mio progetto è quello di creare un network di giocatori ed osservatori in giro per il mondo."
In questi giorni di calcio scommesse si parla molto anche dei tanti problemi in Lega calcio in merito alla questione diritti tv.
"Dobbiamo vedere come andrà a finire la questione bacini di utenza. Farò le mie valutazioni una volta che saranno prese delle decisioni. Non ci possono essere tante correnti all'interno della Lega, non si può sminuire l'importanza e il fatturato dei grandi club impedendogli di competere con le big mondiali. Qui si mina il futuro di tutto il calcio italiano. Noi in Lega ancora non abbiamo eletto il presidente, non abbiamo eletto il ricercatore di risorse. Se Mediaset e Sky chiudono i rubinetti non abbiamo alternative valide, alternative che io ho trovato ma nessuno ascolta o si muove. Dobbiamo rendere più moderno il calcio italiano, non possiamo litigare tra di noi per dividerci un pezzo di pane."
Non si può non parlare di mercato, tanti i nomi accostati al Napoli.
"Il mercato è lungo. Io leggo sui giornali tante cose che non sono vere, un teatrino che non porta vantaggi al Napoli. Parlano tutti di prezzi e stipendi senza sapere nulla, senza sapere di cosa parlano. Si dimenticano che ci sono delle regole e io le devo far rispettare perchè per prima cosa devo far si che il Napoli abbia sempre i conti in regola e non retroceda o abbia mai più difficoltà di alcun tipo. A tifosi e stampa dico fateci lavorare con calma e segretezza, Bigon e il suo staff sono bravi e sanno quello che fanno."
Si parla molto di Erik Lamela.
"Non so quanto sia maturo per il calcio italiano. Io ho pensato di portarlo in Italia, ma non subito. Noi terremo gli occhi aperti per prendere i migliori giovani al mondo e magari farli giocare un anno in prestito da un'altra parte. Cercheremo i migliori senza mai dimenticare il nostro settore giovanile, senza mia dimenticare di valorizzare i nostri Maiello, Insigne e i tanti ragazzi della nostra cantera."  

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©