Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA LO MONACO

"Felice della stima del Napoli, sono un terrone"


'Felice della stima del Napoli, sono un terrone'
16/04/2012, 15:04

A Radio Crc  è intervenuto Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania: “La tragedia di Morosini è un qualcosa che fa riflettere anche se in Italia i controlli sono veramente al massimo. Credo sia stata una casualità tragica. Dispiace perché morire a 25 anni in questa maniera è straziante. La Lega non può e non deve creare motivo di discussione alcuna. Non si può in un’occasione così tragica creare un ennesimo motivo di discussione. Credo che sabato e domenica si giocheranno le partite che non si sono giocate ieri. De Laurentiis e Lo Monaco a Napoli più Montella e Spolli? Di questi tempi di chiacchiere se ne fanno tante. Attualmente sono preso nel finire un’annata che mi ha dato tante soddisfazioni. Sono un convinto terrone, sono napoletano e gli attestati di stima da parte del Napoli fanno chiaramente piacere. Poi, quello che verrà, verrà. Se De Laurentiis mi ha chiamato? Certo, sento spesso Aurelio per parlare di questioni legate alla Lega ma non di altro. In relazione al mio problema col Catania, quando sarà il momento, se ne parlerà. Quando vado a prendere un calciatore, conosco vita morte e miracoli del calciatore in esame, stessa cosa accade di un allenatore. Rappresentare il Catania e rappresentare il Napoli non è la stessa cosa perché ci sono esigenze ed obiettivi diversi. Il Napoli sa come ragiono io e sa che lavoro con professionalità. Gomez in azzurro? Il Catania ha due o tre calciatori interessanti e già appetiti da club di grande spessore e Gomez è uno di questi insieme a Bergessio e Spolli. Montella? È un giovane allenatore che ha il dna di un grande allenatore. È destinato a rappresentare una squadra importante. Uno dei tre tenori via da Napoli? Tutto può succedere. Penso che il Napoli sappia operare. L’unica cosa certa nelle considerazioni di mercato è che il Napoli è in cima e deve pensare di lottare sempre con Juventus e Milan. Chiunque subentra e chiunque rimane deve mettersi in testa che Napoli deve ambire al massimo e alle primissime posizioni”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©