Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il difensore del Napoli dopo la qualificazione alla finale

Fernandez felice: "Ora voglio il Mondiale"


Federico Fernandez
Federico Fernandez
13/02/2014, 17:22

NAPOLI - Tutta la felicità di Federico Fernandez ai microfoni di Radio Kiss Kiss. L'argentino del Napoli, diventato titolare nel corso dei mesi, ha espresso la sua gioia sottolineando come tutta la squadra sia veramente felice: "Volevamo fortemente questa finale di Coppa Italia". Un retroscena a fine partita, quando sono rientrati negli spogliatoi: "Ci guardavamo tutti in faccia a ci abbracciavamo per la felicità - spiega il difensore argentino -. Per noi era importantissimo poter avere la certezza di giocarci una coppa a maggio. Ci siamo riusciti e siamo davvero orgogliosi. Abbiamo fatto dal primo minuto una gara molto intensa, concentrati e siamo stati bravi a rimanere tranquilli e tenere la partita sotto controllo. Poi è arrivato il primo gol che ha aperto la partita". Tre reti all'attivo, nessuno al passivo contro una squadra come la Roma che ha il gol facile. "Non prendere gol era importantissimo, siamo riusciti a non far segnare una grande squadra quale è la Roma e questo è un dato che ci conforta. Eravamo arrabbiati dopo l'andata a Roma perchè sul 2-2 non meritavamo di subire il terzo. Stavolta siamo stati davvero attentissimi e tutta la squadra è stata eccezionale ad aiutare la fase difensiva". Il tutto davanti a Diego Armando Maradona, la sua presenza in tribuna si è sentita anche in campo. "Sì è vero, il pubblico ha cominciato ad urlare e cantare il suo nome. Ogni volta che Maradona viene a Napoli la gente è in delirio perchè è la storia del calcio. La presenza di Diego è sempre molto speciale ed anche per questo forse dopo pochissimo Higuain ha segnato il secondo gol...". "Di Gonzalo conosciamo tutti la qualità - ha proseguito Fernandez parlando del "Pipita" -, la squadra deve lavorare bene per aiutarlo in attacco così come lui dà una mano a noi. è un grande campione e sta facendo cose eccezionali. Lo conosco bene e per me può anche diventare più forte". Napoli in finale di Coppa Italia, in corsa in Europa League e terzo in campionato. "Siamo in una posizione molto buona in campionato, siamo in finale di Coppa Italia e adesso torneremo in Europa. Bisogna lavorare tanto in questi mesi che restano perchè vogliamo conquistare qualche traguardo importante. Ora pensiamo al match di Sassuolo e partita dopo partita proseguiremo". A fine stagione il Mondiale. "Per me è un sogno - ammette l'argentino -. Certamente per arrivarci bisogna fare il massimo con il Napoli. Con Benitez per me è cambiato un pò tutto, il tipo di modulo e anche il gioco. Sento grande fiducia e sto cercando di dare il mio meglio per questo nuovo progetto tattico. Sono molto contento e spero di continuare così". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©