Sport / Motorsport

Commenta Stampa

occasione unica di confronto e promozione per le vetture

FIA Alternative Energies Cup, oggi le finali


FIA Alternative Energies Cup, oggi le finali
10/10/2010, 10:10

Palermo. Sono state completate ieri le prove della prima tappa della Eco Targa Florio Green Prix 2010, disputate lungo le strade del Grande Circuito delle Madonie dopo la partenza in mattinata da Cefalù (PA), quartier generale della competizione internazionale riservata a vetture a energia alternativa, prova valida per la FIA Energies Alternative Cup, il “Mondiale dell'innovazione”, e organizzata dalla Fondazione Targa Florio, con il supporto sportivo dall’Automobile Club Palermo, in collaborazione con ACI-CSAI e ACI Sport.
Basata su prove di regolarità e consumo, in totale oggi sono stati percorsi poco più di 300 km, in vista della tappa finale di oggi (domenica 10 ottobre), la prima giornata è stata segnata dai duelli in testa tra l'equipaggio Liverani-Strada (Fiat Croma biodiesel), le Kia ibride di Mavaro-Gattuccio e Mulè-Mazzola e Di Bella-Collovà (Citroen C5 biodiesel). Nel corso della competizione, anche i vecchi box della Targa Florio hanno rivissuto il sapore dell'automobilismo, seppure “ecologico”, quando sono stati utilizzati a mo' di paddock nella sosta del primo settore percorso, che terminava appunto davanti alle mitiche tribune di Cerda. A proposito della cittadina incastonata tra le Madonie, un cerdese doc, un pilota noto e vincente (anche nel Rally Targa Florio) come Totò Riolo, è della partita su una Toyota Auris HSD ibrida: “E' fondamentale ritrovarsi qui anche in veste di testimonial di un'evoluzione alla quale tutti dobbiamo adeguarci”.
Oltre a Toyota, sono tante altre le case automobilistiche presenti ufficialmente a quello che è stato ribattezzato anche da diversi professori ed esperti del settore, pure loro in prima fila alla Eco Targa Florio, un vero e proprio “laboratorio del futuro”: Abarth, Bizzarrini, Citroen, Ducati Energia (presente l'amministratore delegato Valerio Gamba), Fiat, Kia (con le anteprime europee della Forte LPI Hybrid e della Cee'd Hybrid), Mitsubishi, Peugeot (con una Peugeot 207 Hdi 99g condotta dall'esperta e nota navigatrice siciliana Simona Palmisano) e Porsche, impegnata con le proprie Cayenne Hybrid, alla prima “uscita” in un evento del genere, una delle quali ospita nell'abitacolo uno dei personaggi più attesi dell'evento (insieme a piloti tra presente e passato come Andrea Montermini, Nino Vaccarella ed Eugenio Renna, alias “Amphicar”), Lucio Dalla, che ha così commentato la Eco Targa Florio 2010: “Questo connubio fra tradizione e innovazione è molto bello. Sono felice di partecipare a una corsa così radicata nel territorio e nella gente di Sicilia e che oggi diventa occasione di confronto e promozione per l'automobile ecologica. Storicamente, tutto il discorso dell'ecologia applicata alla tecnologia delle vetture è forse arrivato in ritardo, ecco perché oggi è ancora più importante essere qui”.
Accolto con grande entusiasmo al suo arrivo, anche Andrea Montermini, pilota di F.1 che corre nel Tricolore GT su Ferrari F430 GT2, ha voluto rimarcare quanto “sia necessario adeguarsi al futuro e a dove porta l'evoluzione. Questa è una gara 'ecologica', ma raccoglie in sé tanti aspetti particolari, originali e divertenti. Pure nel mondo delle corse la tematica legata alle energie alternative è molto sentita, perché sarà il futuro anche per noi. Tra l'altro un amalgama di queste nuove energie con quelle tradizionali esiste già e non rappresenta un aiuto soltanto al movimento ecologico, ma è anche un aspetto 'invitante' dal punto di vista prestazionale, basti pensare al Kers”.
oggi, dunque, le innovative vetture iscritte chiuderanno la prova mondiale sul Piccolo Circuito delle Madonie, con cerimonia di premiazione prevista nel pomeriggio. E' così che le strade “della passione” diventano quelle “dell'innovazione”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©