Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Fiorentina: Polemiche per il premio a Prandelli


Fiorentina: Polemiche per il premio a Prandelli
09/08/2011, 09:08

La Fiorentina aspetta spiegazioni dalla Federcalcio dopo l'episodio, considerato ''di una tale gravita' da non credere ancora possibile che sia realmente accaduto'', che ha visto protagonisti ieri sera il ct azzurro Cesare Prandelli e un gruppetto di tifosi viola che hanno chiesto e ottenuto di consegnargli una specie di trofeo, un Tapiro ha spiegato oggi lo stesso ct, raffigurante un giocatore da golf in maglia viola. Tutto questo dopo una gara persa sul green contro Giancarlo Antognoni. L'episodio ha mandato su tutte le furie il club viola gia' alle prese con un clima di protesta di parte della sua tifoseria. Di qui il comunicato in cui la Fiorentina spera ''di avere presto risposte convincenti da tutte le parti interessate''. Nella giornata odierna, fanno sapere ancora dalla societa' viola, l'ad Sandro Mencucci ha provato ''piu' volte e inutilmente'' a mettersi in contatto con il direttore generale della Federcalcio Valentini per avere una spiegazione ''chiara e convincente'' di quanto effettivamente successo. Secondo quanto fa sapere la Fiorentina c'e' stato anche un contatto telefonico fra il presidente esecutivo del club Mario Cognigni e Giancarlo Abete nel corso del quale tuttavia ''il presidente federale si e' limitato a confermare la versione gia' fornita in mattinata da Prandelli al presidente della Fiorentina e poi ripetuta in conferenza stampa a Coverciano''. La Fiorentina ritiene ''inconcepibile che i cancelli della casa della Nazionale siano aperti a iniziative chiaramente provocatorie di gruppetti ben conosciuti che in questi giorni stanno avvelenando il clima a Firenze. Se si fosse trattato - continua la nota - della consegna di un normale riconoscimento riferito al periodo in cui il ct era allenatore della Fiorentina, quei 'tifosi' avrebbero potuto portarglielo a casa sua visto che Prandelli vive a Firenze, e non, strumentalmente, nel centro di Coverciano che e' appunto la casa della Nazionale, la casa di tutti''. (ANSA).

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©