Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Pazienza ripaga la fiducia di Mazzarri.

Fiorentina-Napoli, le pagelle


Fiorentina-Napoli, le pagelle
25/10/2009, 17:10

FIRENZE - Migliore in campo per la Fiorentina: Frey.
Migliore per il Napoli: Pazienza

Frey: 8,5 Incassa un goal che gli fa calare un po’ la media, ma para il rigore di Quagliarella e questo basta a dargli un voto così alto. Non è l’attaccante azzurro a sbagliare, è il numero uno della Fiorentina a salvare il risultato temporaneamente. E’ il migliore in campo tra i suoi
De Silvestri: 6,5 Spinge molto sulla fascia
Gamberini: 6 Un voto rovinato solo da alcuni svarioni difensivi nel corso della partita. Sul goal incassata, le retroguardia non era posizionata nel migliore dei modi.
Natali: 6 all’esordio dal primo minuto con la casacca viola, mostra buona padronanza del gioco e fa una buona coppia con Gamberoni finchè la squadra regge.
Gobbi: 5,5 Non sfrutta molto il gioco sulle fascie come il suo opposto di reparto
Santana: sv (30’ Jorgensen: 6 Da lui, campione qual’è ci si aspetta di più. Ordinato ma non incisivo)
Montolivo: 6 Migliora anche i fase di contenimento
Zanetti: 7 Le sue geometrie sono fondamentali epr la squadra
Vargas: 6,5 Avanza spesso, è uno tra i più pericolosi dei suoi.
Jovetic: 6 Dimostra ancora una volta di essere un grande giocatore. Rapido, capace e di grande qualità. Troppo discontinuo.
Mutu: 6: dopo le fatiche di Coppa non riesce a ripetere l’ottima prestazione mostrata in Ungheria, ma resta un giocatore importantissimo per questa squadra. Sostituito ad inizio secondo tempo da Gilardino. (Gilardino: 6 lasciato in panchina perché stanco dopo la partita di mercoledì, si crea le sue occasioni da rete, ma non riesce a sfruttarle).

De Sanctis: 6,5-7 Sta crescendo di partita in partita. Ieri era dato in panchina a causa di un infortunio, ma si è tenuto stretto il suo posto ed ha mostrato una buona gara. Quando chiamato in causa si è sempre fatto trovare pronto.
Grava: 6 Deve sopperire all’assenza pesante di Campagnaro, non fa grandi cose ma merita la sufficienza per essersi fatto trovare pronto.
Rinaudo: 6,5 Meglio di Contini, svetta sulle palle alte e sui cross.
Contini: 6- Un po’ troppo falloso, ma si impegna molto dando poco spazio agli attaccanti viola.
Aronica: 6,5 Forse Mazzarri ha trovato il terzino sinistro utile in fase difensiva. Nel secondo tempo mostra tutte le sue qualità.
Maggio: 6,5 Se non fosse per il goal vittoria meriterebbe 5, ma si fa trovare pronto sul cross di Denis e regala i tre punti al “suo” Mazzarri. Non spinge molto sulle fasce, quello che sarebbe il suo compito.
Gargano: 6,5 Lavoro di quantità come di consueto per l’uruguayano.
Pazienza: 7+ Ripaga in pieno la fiducia di Mazzarri. Offre, rispetto al compagno Cigarini, più rapidità e fisicità. Ruba palla e lancia i compagni.
Hamsik: 6,5 Posizionato più in avanti prova ad avvicinarsi più spesso alla porta, ma non riesce a sfruttare il suo solito senso del goal che lo rende quasi unico come centrocampista, anche se il rigore è tutto merito suo. Un grazie dai compagni anche per il salvataggio sulla linea ad inizio secondo tempo.
Lavezzi: 6,5 Corre molto e dà veramente l’anima in campo, ma sbaglia un goal facile facile dinanzi alla porta nel primo tempo. (Datolo sv)
Quagliarella: 5,5 Sbaglia un rigore. Non è ancora quello che tutti conoscono. L’azzurro sembra non aver ancora trovato gli spazi giusti e il feeling con i compagni e pare solo lì in avanti. Sbaglia verso la mezz’ora del secondo tempo una rete che si sarebbe rivelata importantissima per gli azzurri. Non impatta bene la palla. Sostituito da Denis nel finale. (Denis: 6,5 anche se è entrato nel finale merita il voto per l’approccio alla gara e l’assist sul goal).

Mazzarri: 8 Dà un’impronta a questo Napoli e lo fa tornare alla vittoria in trasferta dopo un anno. Sei punti in due gare. E’ la svolta.
Anche se Mogranti lo espelle, lui dimostra di avere coraggio e di sentire molto la gara. Cambia il modulo, prova il 3-4-3.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©