Sport / Formula1

Commenta Stampa

Formula 1: Bernie Ecclestone incriminato per corruzione dalla Procura di Monaco di Baviera


Formula 1: Bernie Ecclestone incriminato per corruzione dalla Procura di Monaco di Baviera
16/05/2013, 21:56

Corruzione e favoreggiamento di violazione del dovere fiduciario sono i due reati contestati dalla Procura di Monaco al Boss della Formula 1 Bernie Ecclestone. A rivelare la notizia è l’autorevole quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung che l’ha anche corredata di una serie di precisazioni. Nell’articolo pubblicato viene chiarito che la Corte distrettuale di Monaco già martedì scorso aveva reso ufficiale la chiusura delle indagini senza peraltro precisare se vi sarebbe stata un’incriminazione. Una sorta di rinvio a giudizio, considerando la situazione secondo le procedure italiane. Il provvedimento assunto dalla Procura bavarese, tradotto in inglese, sarà inviato ad Ecclestone e ai suoi avvocati. Lo stesso atto costringerà Il britannico ottantaduenne Ecclestone, da quattro decenni ai vertici della F1, a sostenere un processo nel quale dovrà difendersi dall’accusa di aver corrotto nel 2006 con 44 milioni di dollari l’allora responsabile rischi della banca BayernLB Gherard Gribkowsky. Un “ regalo ” per fargli cedere i diritti della Formula 1 alla Cvc, società nella quale Ecclestone stesso riveste la carica di direttore esecutivo. Un’accusa sistematicamente respinta dal manager che ha sempre sostenuto di aver versato il danaro perché ricattato da Gribkowsky.

 

Commenta Stampa
di Christian Gemei
Riproduzione riservata ©