Sport / Formula1

Commenta Stampa

Formula 1: Mosley al contrattacco, "Non decide la Ferrari"


Formula 1: Mosley al contrattacco, 'Non decide la Ferrari'
28/05/2009, 15:05

Max Mosley prova a contrattaccare: "La F1 sarebbe più povera senza la Ferrari, ma non possiamo lasciare che siano loro a dettar legge", ha dichiarato oggi. Questa dichiarazione si inserisce nel braccio di ferro esistente tra la Federazione Internazionale dell'Auto, di cui Mosley è il Presidente, e i team di Formula 1, guidati dalla Ferrari, che rifiutano di iscriversi al nuovo campionato se verrà mantenuto il salary cup introdotto da Mosley. Ed adesso la situazione dal punto di vista regolamentare si fa molto seria. Infatti domani è il termine ultimo per le iscrizioni al Campionato del Mondo di Formula 1 del 2010 e per ora ci sono solo tre team: Williams, USF1 (già USGPA) e la Campos Racing. E questo ha provocato l'ira di coloro che finanziano il circus della Formula 1. A cominciare dalla RAI, che intende rinegoziare l'esclusiva che ha per le immagini della Formula 1; e dall'Automobil Club Italia, che gestisce i circuiti italiani.
Questo sta scatenando una enorme pressione su Mosley, che da una parte non vorrà indietreggiare dalle sue posizioni per orgoglio; ma dall'altra non può neanche gestire una Formula 1 di sconosciuti e pretendere di riscuotere interesse.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©