Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

...COME NAGATOMO!

Fratello di Franco, la sua Inter è grande...


Fratello di Franco, la sua Inter è grande...
13/12/2011, 23:12

Prendendo spunto dalle dichiarazioni rilasciate poche ora fa, prima della sfida con il Genoa, da Giuseppe Baresi, vice-allenatore dell’Inter, ci lasciamo andare ad alcune considerazioni.
“Se vinciamo a Marassi, siamo ad un solo un punto dal GRANDE Napoli”, ha affermato il fratello del più noto Franco, con tono irriverente, nei minuti che precedevano la partita di stasera.
Ha avuto anche la possibilità di correggere il tiro, il buon fratello di Franco, ma non l’ha fatto. Ha avuto, lì si, una grande opportunità di dimostrare la grandezza, o quantomeno lo stile (che a Moratti, invece, non manca) della sua Inter.
“Perché lo dice così, Baresi? Non crede sia grande il Napoli”? Hanno chiesto, dallo studio di Sky, al tecnico in seconda dei nero-azzurri.
La risposta, che poteva essere resa meno irridente, lo diviene ancor di più: “Si…in Champions”…

A questo punto, inevitabilmente, ci viene naturale spiegare due cosette al buon Baresi, fratello di Franco.

Fratello di Franco, lei e la sua Inter avete vinto a “Marassi” con il Genoa (non certo una corazzata) ed a fare gol è stato Nagatomo che, mi capirà, tutto è fuorché grande… Complimenti, perché noi a differenza sua siamo sportivi, innanzitutto.
C’è una cosa, però, che non capiamo. Non capiamo QUANTO sia grande la sua squadra, fratello di Franco, soprattutto se il suo sesto posto in classifica, un punto DIETRO al Napoli, le dà così tanta gioia.
Eppure, da quelle parti, non più di un anno fa, diventavate Campioni del Mondo, e sei mesi prima vi gustavate il “Triplete”. Oggi, però, la sua squadra, fratello di Franco, è stata protagonista di uno degli avvii di stagione perggiori della sua storia.
Qualche vittoria, e quando ha rilasciato queste dichiarazioni ne avevate ottenuta anche una in meno, e già le viene voglia, fratello di Franco, di pronunciare, con imbarazzante sarcasmo, la parola “GRANDE” accanto a quella “Napoli”?
Se a lei basta, fratello di Franco, ne siam felici. Sarebbe la prova che una società che solo un anno fa era sul tetto del Mondo, oggi è senza tetto. Praticamente un “homeless”, abbandonata da tutti quelli capaci di vincere (Mourinho ed Eto’o innanzitutto) e sola, alla mercé di tutti coloro che aspirano ad una panchina.
Perché tanto si sa, ogni due-tre mesi cambia padrone. Non così la società, per vostra fortuna. Perché il buon Moratti, dal quale la invito a prendere lezioni di stile, è troppo innamorato per lasciarla. E investe tempo, salute e denaro in quel che fa.
Denaro che permette all’Inter, da un decennio e più, di avere uno dei monte-ingaggi più alti d’Europa e di investire, anno dopo anno, centinaia di milioni di euro in giocatori che, a volte, sono poi stati REGALATI.
Se lei, fratello di Franco, tenuto conto di tutto questo, è felice di essere ad un punto dal Napoli ed al sesto posto in classifica, noi la ammiriamo, la ammiriamo profondamente. Perché chi non capisce, non soffre. Se lei ritiene che la sua Inter sia GRANDE almeno quanto il Napoli, per quanto fatto vedere quest’anno, dobbiamo contraddirla.
Non le diremo che è piccola, non sarebbe elegante. Le diremo che ha ragione: l’Inter è grande…quanto Nagatomo!

Infine, ci permettiamo, fratello di Franco, di darle un ultimo consiglio... Non ambisca troppo ad essere GRANDE, tragga insegnamento dalla sua Inter di questa sera e dall'esempio fornitole dal suo infaticabile giocatore giapponese: ad essere grandi, a volte, sono i piccoli. Sarà questa la relatività?

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©