Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL MERCATO

"Fred è solo una delle opzioni che abbiamo"


'Fred è solo una delle opzioni che abbiamo'
17/06/2010, 13:06

Il direttore sportivo del Napoli, Riccardo Bigon, ai microfoni di Marte Sport Live, ha parlato di mercato: dei giocatori che devono ritornare, quelli che devono rinnovare il contratto, le comproprietà e gli affari in entrata e in uscita.
"Alcuni di quelli che tornano hanno dimostrato di essere forti e molto probabilmente utili alla famiglia Napoli. Non è da escludere che qualcuno resti, ma al massimo 2-3 elementi, non di più. Per Mannini non abbiamo ancora trovato un accordo. Ci proveremo sino all'ultimo giorno utile visti i buoni rapporti con la Sampdoria, altrimenti andremo alle buste. Per quanto riguarda i rinnovi non ci sono grandi problemi. In Europa ci sono tante squadre con giocatori che vanno in scadenza e trovano altre sistemazioni o rinnovano all'ultimo. Non c'è l'ansia di rinnovare subito tutti i contratti. Ci sono nostri giocatori che hanno avuto altre offerte. Noi vogliamo rinnovare alcuni contratti e vogliamo farlo nel rispetto del Napoli e del giocatore. Speriamo di farlo."
Si parla di un'offerta dalla Russia per Quagliarella. "Per Quagliarella basta vedere come in questo periodo nel mercato le chiacchiere sono tante, i fatti pochi. Non abbiamo ricevuto nessuna offerta. Se arriva la ascolteremo, ma la nostra posizione è quella di tenere il giocatore."
Per il mercato in entrata? "Non bisogna avere grandissima fretta. Spendere prima e spendere tanto non vuol sempre dire garanzia di risultati. Noi abbiamo una rosa forte. Stiamo lavorando con la massima serenità per dare all'allenatore la rosa giusta con cui lavorare. Dobbiamo dare all'allenatore la possibilità di lavorare bene e ai giocatori la possibilità di fare gruppo. Non ha senso comprare tanto per fare, prendere un giocatore per farlo stare in panchina. Abbiamo 38 giocatori e abbiamo giocatori forti, tantissimi nazionali. Bisogna comprare con intelligenza. Noi non dobbiamo comprare per migliorare, noi dobbiamo integrare altri elementi, che siamo quelli giusti, ad una squadra che lo scorso anno ha fatto benissimo. Aspettiamo le comproprietà, i tifosi non devono avere fretta. La società è attiva per far si che anche l'anno prossimo la squadra possa giocarsela contro chiunque come ha fatto nello scorso campionato."
Per l'attacco il nome di Fred circola con insistenza.
"Fred è un ottimo giocatore. Non è riuscito ad esprimere al massimo le sue potenzialità nel periodo europeo, ma è forte. Ripeto però, è inutile spendere soldi in più rispetto al valore di una trattativa, bisogna saper aspettare il momento giusto. Abbiamo in mano tante opzioni, non dobbiamo avere fretta."
Infine una battuta sulla nazionale. Lippi ha preferito Marchetti e De Sanctis. 
"Sono decisioni che spettano a Lippi. Pensavo che il mister, uscito Buffon, vista la pressione preferisse Morgan per una questione di esperienza. Se Lippi ha preferito Marchetti si vede che offre determinate garanzie. Per il resto, mi dispiace per Morgan ma se l'Italia vince va bene lo stesso."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©