Sport / Vari

Commenta Stampa

Gaia Energy Napoli domani sera arriva l'Ugento


Gaia Energy Napoli domani sera arriva l'Ugento
20/02/2012, 13:02

Piccolo problema di coscienza per gli appassionati di pallavolo. Domani sera alle 20 al PalaVesuvio di Ponticelli nella palestra intitolata a “Ivan Meriggioli” la Gaia Energy Napoli affronta l’Ugento nella gara di recupero del match dell’11 febbraio rinviato per la nota ondata di gelo. Fischio d’inizio fissato solo 45 minuti prima della partitissima dell’anno Napoli-Chelsea di Champions League. Restare sugli spalti ad incitare i propri beniamini oppure cercare la televisione più vicina per gridare: “Forza Napoli”?
Scherzi di un calendario diventato ormai un vero e proprio rompicapo. Fare chiarezza sulla situazione del girone C della serie B1 è diventata materia per esperti enigmisti. Per gli atleti invece l’imperativo resta uno soltanto scendere in campo e vincere il maggior numero possibile di partite così come sottolinea il coach Michele Romano: “Contro l’Ugento si dovrà fare bene ad ogni costo, bisogna essere molto attenti. Poi ci saranno Brolo e Foggia due gare da prendere con le molle. Noi lotteremo fino alla fine onorando il campionato fino all’ultima gara. Ormai un pensierino ce lo abbiamo fatto anche se non è nei programmi societari. Faremo quello che potremo e poi tireremo le somme di questa annata sportiva che fino a questo momento è stata entusiasmante”. Del resto nemmeno il Napoli di De Laurentiis ha centrato la promozione nel primo anno di permanenza in serie C.
Michele Romano torna a parlare della gara in casa del Potenza: “Finalmente siamo riusciti a vincere un tie-break. La gara è stata a corrente alternata, siamo partiti bene tatticamente poi l’allenatore del Potenza Giandomenico Dalù è stato bravo a cambiare formazione mettendoci in difficoltà. A nostra volta siamo riusciti a cambiare gioco e a vincere una autentica partita a scacchi. Una vittoria in trasferta insomma che ci dà un grande morale, un risultato positivo che deve essere un autentico trampolino di lancio per il prosieguo del campionato. Stiamo recuperando anche atleti importanti che erano infortunati”.
A proposito di infortunati si avvia verso il recupero Stefano Mari: “Stefano è una pedina molto importante per la nostra squadra sia sotto l’aspetto tecnico che emotivo. In attesa del suo ritorno tutti si sono caricati di maggiori responsabilità”.
Ecco il parere del coach dell’Ugento Antonio Cavalera: “Andiamo a Napoli consapevoli di andare a incontrare una squadra che ha fatto molto bene contro ogni più rosea previsione. Questi ragazzi sono cresciuti molto strada facendo, si stanno facendo accreditare sempre di più. Prima nessuno li temeva, merito del coach Michele Romano”.
Per entrambi i playoff sono una chimera: “Io non so come la pensa Michele ma noi siamo lontani dai playoff, il campionato è molto strano per via dell’organico ridotto. Noi viviamo un momento difficile anche sotto il profilo economico. Non è un momento bello per sognare ma dobbiamo restare con i piedi per terra e vivere alla giornata”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©