Sport / Vari

Commenta Stampa

Gaia Energy Napoli piega l'Ortona


Gaia Energy Napoli piega l'Ortona
26/03/2012, 11:03

GAIA ENERGY NAPOLI 3
IMPAVIDA ORTONA 2
(25-20; 25-19; 22-25; 18-25; 16-14 )
GAIA ENERGY NAPOLI: Flaminio 10, Beccaro 4; Bajdak 15; Dal Molin 27; Minenna 16; Benaglia 12; Silvestre (L), Mari 3, Zoccola. Non entrati: Preziuso, Picillo. All. Romano.
IMPAVIDA ORTONA: Cortina 15, Simoni 9, Guidone 7, D'Onofrio 0, Scio NE, Lipparini 14, Zanette 0, Di Meo 16, Lanci A. 3, Giani 6, Orsini. All. Lanci N.
Arbitri: Di Pierro e Santarelli
NOTE: Durata set: 27'; 26'; 30'; 27' 26'. Battute sbagliate: Napoli: 15; Ortona: 6. Battute punto: Napoli: 6; Ortona: 3. Spettatori 300.

NAPOLI - Vittoria sofferta per la Gaia Energy Napoli che rispetta il solito copione stagionale e prima spreca il doppio vantaggio e poi riesce a salvarsi per il rotto della cuffia al quinto set. L'Ortona ancora in corsa per i playoff riesce comunque a strappare un punticino utile per continuare la marcia.
Prima della cronaca della gara è doveroso segnalare la scarsa vena dei direttori di gara Di Pierro e Santarelli, difficilmente in giro si sono visti arbitri così scarsi. Comincia a spron battuto la Gaia Energy Napoli, una serie di colpi ben assestati consente alla squadra padrone di casa di mettere il naso avanti in apertura dell'incontro. L'Ortona ci impiega qualche punto a prendere le misure e poi guidata da Cortina (5 punti nel primo set insieme a Benaglia e Dal Molin) riesce a riagguantare i napoletani subito dopo il primo time-out tecnico. La buona vena dei padroni di casa non si esaurisce e la Gaia Energy Napoli riesce a chiudere il parziale al secondo tentativo 25-20.
Prova a fare le cose per bene la squadra ospite e accumula un discreto vantaggio in avvio. La serata di grazia dei napoletani però fa ben presto diventare in salita la strada degli ospiti. Il muro funziona bene così come le percentuali in attacco di capitan Flaminio, oltre al solito Dal Molin. L'ultimo tentativo di reazione ospite arriva sul 20-17 con Andrea Lanci al servizio. E' l'ultimo fuoco poi cala il sipario anche sulla seconda frazione: 25-19.
Gioca bene le ultime carte l'Impavida Ortona. Ormai è nota a tutti la sindrome del terzo set, male di stagione della Gaia Energy Napoli che come al solito si ferma a un passo dal traguardo.vOrtona gioca con la forza della disperazione, Napoli cerca di tenerla a bada ma commette qualche errore di troppo. La gara è comunque spettacolare. Un doppio colpo di Minenna riporta il set in parità (19-19) ma gli ospiti sono pronti a scappare di nuovo avanti. Sul 21-19 Romano blocca il tempo prima che sia troppo tardi, ma c'è poco da fare e il set termina col punteggio di 22-25.
Del quarto set c'è da segnalare solo il risultato finale che porta le squadre al quint set: 18-25.
Nel tie-break fiato sospeso fino alla fine, soprattutto per un brutto colpo a Danilo Flaminio, portato in ospedale per osservazione. Rocambolesco la seconda e ultima palla match concretizzata da Alberto Minenna. Napoli vince ma che fatica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©