Sport / Vari

Commenta Stampa

Gaia Energy Napoli spreca e perde con lo Zammarano


Gaia Energy Napoli spreca e perde con lo Zammarano
07/11/2011, 11:11

GAIA ENERGY NAPOLI 2

ZAMMARANO FOGGIA 3

(25-21; 28-26; 25-27; 30-32; 13-15)

GAIA ENERGY NAPOLI: Flaminio 1; Beccaro 7; Badjak 6; Silvestre (L) 1; Dal Molin 23; Giancarli; ;Minenna 12; Benaglia 12; Picillo; Mari 18; Pepe. Non entrato: Aversano. All. Romano

ZAMMARANO FOGGIA: Fuganti 4; Porcello 15; Ameri (L); Damaro 15; Cuda 33; Di Noia 4; Non entrato: Mancini, Costantini, Ferraro 15; Antonetti 0; Mazzotta 6; Marcone. All. De Mori

Arbitri:Nicolazzo e De Sensi

NOTE: Durata set: 27’; 34’; 32’; 38’;18’. Battute sbagliate: Napoli 8; Foggia 17. Battute punto: Napoli: 6; Foggia 8.

NAPOLI – Uno spot per la pallavolo. Nell’interminabile sfida vinta dallo Zammarano Foggia in casa della Gaia Energy Napoli si sono viste tutte le situazioni che possono verificarsi nello sport sotto rete. Set che sembrano irrimediabilmente persi e che si riaprono magicamente. Palle della vittoria (Napoli ne ha sprecate due nel terzo set ed una nel quarto) che sfumano e rimonte che sembrano impossibili che vanno a buon fine.

Tutto questo hanno saputo fare due ottime squadre, che si sono affrontate a viso aperto per quasi tre ore prima di dividersi la posta in palio. Due punti ai vincitori dello Zammarano ed uno agli sconfitti napoletani.

Ma il rammarico per la Gaia Energy è davvero grande. Per due volte ha sprecato la palla del 3-0, per una quella del 3-1 ed alla fine ha perso 3-2. Un vero e proprio incubo.

Il rammarico anche nelle parole del coach Michele Romano lo si evince tutto: “Abbiamo offerto un’ottima prestazione pur risentendo di alcuni cali psicologici che, purtroppo, sono stati la chiave di volta della gara”.

Romano continua ad analizzare i cinque set ma le conclusioni le rimanda a quando la mente si sarà rasserenata: “In settimana cercheremo di lavorare in particolare modo proprio sull’aspetto psicologico. Nel terzo set abbiamo avuto la gara in mano ma non abbiamo saputo archiviarla”. Fortunatamente il bicchiere è mezzo pieno: “Ripartiamo da questa buona prestazione per migliorarci, cercando di coniugare buone prestazioni a risultati. Ho pochissimo da rimproverare ai miei ragazzi che oggi hanno dato l’anima. Il Foggia si è dimostrato una squadra ostica. Mai doma”.

Su tutti spiccano i 33 punti di Juan Cuda, era lui il più temuto ed è stato il grande protagonista della rimonta dello Zammarano.

La quarta giornata è stata caratterizzata dai tie-break. Si è finiti al quinto set anche a Matera dove il Potenza ha strappato un punto e ad Ortona dove il punto lo ha conquistato l’Ugento. Tutti risultati positivi se analizzati in chiave napoletana. Sorprendente il 3-0 del Brolo a Reggio Calabria. Ancora da giocare: Paola-Pizzo.



PALAZZO SAN GIACOMO – Mercoledì 9 novembre alle ore 12 l’assessore allo sport Pina Tommasielli incontrerà la Gaia Energy Napoli nella sala Pignatiello di Palazzo San Giacomo. Sarà la prima uscita pubblica della società di Giuseppe Morello dall’inizio della stagione e il momento giusto per fare il punto sui piani societari.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©