Sport / Vari

Commenta Stampa

Gaia Energy piegata in quattro set a Matera


Gaia Energy piegata in quattro set a Matera
02/04/2012, 10:04

COSERPLAST MATERA 3

GAIA ENERGY NAPOLI 1

(23-25, 25-15, 25-13, 25-18)

COSERPLAST MATERA: Matheus 18, Casuli (L), Di Lecce (L), Lacalamita 7, Granito, Suglia 13, Di Tommaso 3, Rispoli 1, Lovato 8, La Rosa 2, Barbone 13. Non entrati Salomone, Riccardi, Manicone. All. Draganov

GAIA ENERGY NAPOLI: Beccaro, Bajdak 2, Dal Molin 21, Minenna 9, Benaglia 7, Silvestre (L), Mari 11, Picillo. Non entrati: Zoccola e Flaminio. All. Romano.

ARBITRI: Cavalieri e Rizzica

NOTE: Durata set: 31’; 26’; 25’; 28’. Battute sbagliate: Matera: 8; Napoli: 12. Battute punto: Matera: 4; Napoli: 0. Spettatori 300.



MATERA – Ufficiosa da alcune settimane, l’esclusione della Gaia Energy dai playoff diventa ufficiale dopo l’1-3 incassato dal sestetto di Romano a Matera. I napoletani si battono con generosità in casa della capolista, riuscendo nell’impresa di vincere il primo set. Poi, però, arriva il solito crollo, testimoniato dagli ampi parziali con cui i lucani fanno propri i parziali e la partita, conquistando tre punti di capitale importanza in ottica A2. Solo un suicidio sportivo potrà impedire alla squadra di Draganov di conquistare una promozione che sembra ormai dietro l’angolo.

Per la sfida di Matera, coach Romano deve rinunciare all’acciaccato Flaminio – comunque al seguito dei compagni – ma recupera Mari, in sestetto dal primo scambio. Lo schiacciatore emiliano si sistema in banda con Bajdak. Minenna e Benaglia i centrali, Beccaro in palleggio, Dal Molin opposto, Silvestre libero. La Coserplast replica con Di Tommaso e Matheus a comporre la diagonale palleggiatore-opposto, Barbone e Lacalamita al centro, Lovato e Suglia schiacciatori, Casuli libero. La Gaia Energy prova a rovinare la festa organizzata dai padroni di casa. Dal Molin è al solito chirurgico – 21 i punti messi a terra dall’attaccante veneto nel corso del match – ed anche Mari, seppur non al meglio, offre un contributo importante. Alla fine è proprio la formazione di Romano a spuntarla allo sprint, sul 23-25. Sembra l’inizio di un pomeriggio da ricordare, invece la partita dei napoletani finisce qui. La reazione di Matera è imperiosa e la Gaia Energy fa poco per opporsi. Il secondo ed il terzo non hanno storia, con i lucani dominatori assoluti della situazione. Appena più equilibrata la quarta frazione, in cui finalmente Bajdak riesce a sbloccare l’imbarazzante zero alla voce punti realizzati. La Coserplast arriva al secondo timeout tecnico avanti di quattro lunghezze (16-12), poi accelera ulteriormente volando verso la vittoria e la serie A. Per la Gaia Energy solo tanti rimpianti, gli stessi che hanno accompagnato l’intera annata del club partenopeo.

Il campionato di B1 osserverà nel prossimo fine settimana un turno di riposo in occasione delle festività natalizie. Il ritorno in campo è fissato per sabato 14 aprile al PalaVesuvio contro il Gaeta, ultima uscita interna per Dal Molin e soci.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©