Sport / Calcio

Commenta Stampa

L'a.d. rossonero risponde alle voci spagnole

Galliani: "Magari il Milan fosse in crisi come il Barcellona"

Con i rossoneri è partito anche Giampaolo Pazzini

Galliani non crede alle voci sulla crisi del Barcellona
Galliani non crede alle voci sulla crisi del Barcellona
06/11/2013, 17:43

BARCELLONA - Da qualche anno a questa parte quando si parla di Barcellona tutti son d'accordo su una cosa: i blaugrana sono la squadra più forte del mondo. Fatto sta che in Spagna da qualche giorno si parla di crisi catalana. Ammesso non concesso che sia così, sarebbe comunque un reato rilassarsi e credere che sarà più facile delle altre volte. Alle voci spagnole Adriano Galliani non può far altro che sorridere: "Fosse il Milan in crisi come il Barcellona". L'ad rossonero è intervenuto a margine del consueto banchetto prima della sfida di Champions League di questa sera con i blaugrana, a cui anche Barbara Berlusconi assisterà in tribuna al Camp Nou. "E' incredibile affrontare per l'ottava volta in tre anni il club europeo più forte. Non parliamo solo di Messi, perchè loro hanno tantissimi campioni del mondo e d'Europa in rosa. Un sorteggio peggiore non ci poteva capitare - ha aggiunto Galliani, come si legge sul sito del Milan -. Comunque sono molto felice per il pareggio 1-1 della Primavera. Poi non dimentichiamoci che il Milan ha giocato 11 delle ultime 12 edizioni della Champions League e siamo in questa competizione da cinque edizioni consecutive. Hanno fatto come noi solo il Barcellona, il Real Madrid, il Bayern Monaco e le grandi inglesi. Il Milan ha vinto 13 trofei internazionali e dimostra come storicamente il nostro dna sia quello di andare bene nelle coppe''. Galliani ha spiegato poi che Pazzini, operato al ginocchio destro a maggio, "è voluto venire con la squadra. E' un bravissimo ragazzo, ieri ha mangiato con me qualche tapas. Sta guarendo e tra meno di un mese sara' in campo". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati