Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE LA GAZZETTA

Gargano, a San Siro 150 presenze con il Napoli


Gargano, a San Siro 150 presenze con il Napoli
05/02/2012, 10:02

Walter Gargano festeggerà a San Siro le 150 presenze in campionato con la maglia del Napoli. Raggiungerà Massimo Crippa, mediano che a fine anni ’80 ha scritto pagine memorabili della storia azzurra. Crippa era un motorino inesauribile, lo stesso dicasi per l’uruguaiano cui Walter Mazzarri non sa più rinunciare.

Onnipresente Nel turn over scientifico tanto caro al tecnico toscano, il Mota è considerato una vera e propria eccezione. Dall’8 gennaio ha giocato 6 delle 7 gare in cui è stato impegnato il Napoli ed anche a Milano sarà regolarmente in campo dal 1’. «Dovrei farlo riposare— ha ammesso Mazzarri prima della sfida con il Cesena —, ma in questomomento è in uno stato di forma per il quale è impossibile fare a meno di lui. Spero solo che non si infortuni». Già, perché la stanchezza accumulata da Gargano è tanta, visto e considerato che in estate non ha potuto prendere parte al ritiro di Dimaro essendo impegnato con la sua Nazionale in Coppa America sotto lo sguardo vigile di Oscar Tabarez, ex allenatore del Milan. Erano quelli giorni di voci incontrollate che lo volevano lontano da Napoli, ma Walter desiderava rimanere in azzurro ed alla fine, per fortuna, l’ha spuntata lui.

Titolare Squalificato alla prima giornata, ha immediatamente rubato il posto a Dzemaili già dalla gara di Champions a Manchester. Quel giorno si è capito che non sarebbe più uscito di squadra. In Europa ha giocato 5 volte su 6, in Coppa Italia con l’Inter è stato protagonista assoluto. Del resto, con Inler in condizioni sia fisiche che psicologiche davvero difficili, senza Gargano il centrocampo del Napoli verrebbe sistematicamente sovrastato dagli avversari. Ieri Mazzarri ha detto che la partita con il Milan si deciderà nella zona centrale del campo ed allora affiancherà Dzemaili all’uruguaiano per provare a fronteggiare Nocerino e compagni

Che sfida Con lo scugnizzo di Santa Lucia per Gargano sarà una sfida nella sfida, che i due avrebbero potuto giocare a maglie invertite. Infatti, il Mota fu segnalato al Milan da un certo Cesare Maldini prim’ancora che Pier Paolo Marino lo portasse a Napoli dal Danubio (con il quale Walter ha vinto due scudetti in Uruguay). Cinque anni e 150 partite dopo, Gargano proverà a mettere paura al Diavolo.

FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT
 

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©