Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LO SCRIVE "REPUBBLICA"

"Gargano, Britos e Pandev, ecco le alternative"


'Gargano, Britos e Pandev, ecco le alternative'
16/11/2011, 12:11

Gli ultimi a rientrare saranno Lavezzi, Fernandez e Zuniga, tutti e tre di ritorno dal Sud America. Ma già oggi pomeriggio, a Castel Volturno, Mazzarri potrà finalmente contare sulla squadra quasi al completo. Sono infatti attesi alla base gli altri cinque nazionali: Inler, Dzemaili, Cavani, De Sanctis e Maggio, col morale più alto di tutti per   l'imminente rinnovo del suo contratto con il Napoli.
Il centrocampista veneto aspetta solo che sia formalizzato il nuovo accordo con il club azzurro, fino a giugno del 2016, praticamente raggiunto dopo gli ultimi contatti con De Laurentiis e il ds Bigon. È soltanto una questione di dettagli, a questo punto. Entrambe le parti stanno remando nella stessa direzione: per restare insieme. Maggio continuerà dunque per un bel po’ a essere un punto di forza del Napoli. Conta molto su di lui Mazzarri, in vista del ciclo terribile che sta per cominciare, con nove partite in 32 giorni.
C’è bisogno di tutti, in particolare degli otto Nazionali, il cui ritorno a Castel Volturno renderà più serena la marcia di avvicinamento al faccia a faccia di sabato sera contro la Lazio. È molto probabile la conferma in blocco dei titolarissimi, vista l’importanza della gara per la classifica, guidata proprio dalla squadra dell’ex Edy Reja. Il dubbio principale riguarda Ezequiel Lavezzi, dopo la sua tournée sudamericana. Il Pocho, atteso domani, dovrà dimostrare di non essere affaticato. Altrimenti potrebbe cominciare dalla panchina. Le alternative, mai come in questo momento, non mancano: si è infatti quasi svuotata la infermeria del Napoli, con i recuperi di Britos, Gargano e Pandev. Proprio l’attaccante macedone, che ha un conto aperto con il suo ex presidente Lotito, spera di essere la vera arma a sorpresa degli azzurri con la Lazio.
Tempestivi, e non certo casuali, i complimenti riservati da De Laurentiis al bomber di scorta, che finora non è riuscito a ritagliarsi un ruolo decisivo. Ma adesso l’ora di Pandev potrebbe essere finalmente arrivata. Il Napoli si aspetta un contributo maggiore dal macedone e dagli altri rinforzi estivi, che finora per differenti ragioni non sono stati all’altezza delle aspettative.
Britos (0 minuti in gare ufficiali) ha la giustificazione del grave infortunio che l’ha messo ko e attende la sua chance, ormai vicina. Il difensore, non inserito nella lista per la Champions, proverà a rendersi utile subito in campionato e si candida almeno per la panchina con la Lazio. A fasi alterne, per il momento, pure il contributo dello svizzero Dzemaili (di nuovo in ballottaggio con Gargano) e di Santana, chiamati a fare di più nel tour de force di fine anno. Le seconde linee non possono tradire.
FONTE: REPUBBLICA

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©