Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

EL MOTA NON DIMENTICA

Gargano: "Reja? Lo accoglieremo a braccia aperte"


Gargano: 'Reja? Lo accoglieremo a braccia aperte'
17/11/2011, 12:11

Ci sarebbe voluto essere, martedì sera, all’Olimpico, perché sfidare l’Italia resta sempre un motivo di prestigio. Ma s’è dovuto accontentare di guardarla in tv la sfida che il suo Uruguay ha vinto al termine di 90’ tutt’altro che amichevoli, come il carattere della partita.
«In questo periodo ho avuto modo di lavorare intensamente per recuperare la condizione e rendermi disponibile per sabato sera. Devo dire che martedì mi sono divertito. Per chi ho tifato? Beh, da una parte c’era Cavani, dall’altra Cristian Maggio, compagno di squadra. Ma alla fine sono stato felice che abbia vinto la mia nazionale», ha detto Walter Gargano intervenendo su Sky Sport 24.
Reja - L’Uruguay ha confermato di essere tra le migliori formazioni al mondo, ma il centrocampista del Napoli ha voluto sottolineare la forza del team di Cesare Prandelli: «L’Italia ha giocato bene, ha sfiorato il pareggio. Sono sicuro che farà un grande Europeo». Archiviata l’amichevole internazionale che l’ha visto soltanto spettatore, Gargano ritornerà in squadra per affrontare un ciclo terribile col suo Napoli. Si parte sabato sera, con l’anticipo contro la Lazio, attuale capolista, che arriva al San Paolo insieme con Edy Reja, un ex che i napoletani hanno molto a cuore. «Sia noi giocatori sia i tifosi lo accoglieremo con grande affetto. Il mister è stato molto importante per la nostra crescita».
Balotelli - Poi arriverà la madre di tutte le sfide. Martedì sera ci sarà il Manchester City, a Fuorigrotta, partita determinante per il passaggio al turno successivo di Champions League. Il Napoli si troverà di fronte Mario Balotelli, che Roberto Mancini ha saputo rilanciare alla grande. «Sono sicuro che contro di noi giocherà e s’impegnerà pure tanto. Vedrete, ne verrà fuori una partita bellissima», ha osservato Gargano, consapevole che insieme ai suoi compagni si giocherà una percentuale molto alta di possibilità di continuare l’avventura nell’Europa che conta. Se dovesse andaremale, al Napoli resterà la magra consolazione dell’Europa League. E dopo il Manchester City, ci sarà la trasferta di Bergamo e lo scontro diretto con la Juve. «Gli screzi tra Chiellini e Cavani, martedì sera, sono stati un aperitivo. Sarà una notte indimenticabile per tutti i napoletani».
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©