Sport / Calcio

Commenta Stampa

La presentazione

Gasp: "E' un ritorno a casa, Genoa mi è mancata"

Il tecnico torna sulla panchina del Grifone dopo 3 anni

Gian Piero Gasperini sostituisce Liverani
Gian Piero Gasperini sostituisce Liverani
01/10/2013, 19:05

GENOVA. Enrico Preziosi aveva riposto grande fiducia in Fabio Liverani, ma nel calcio, si sa, contano i risultati. E l'ex centrocampista della Lazio in questo ha deficitato un po'. La sconfitta col Napoli ha convinto il patron del Grifone, che romanticamente ha chiamato Gian Piero Gasperini alla guida della prima squadra. Il tecnico torinese ha parlato alla presentazione: "Voglio trasmettere prima a me, poi alla squadra, la stessa spensieratezza, lo stesso coraggio con cui veniva etichettato il Genoa del 2006". Il tecnico è sulla stessa lunghezza d'onda del presidente: "Non rinnego le esperienze fatte dopo, ma devo dire che il Genoa mi è mancato. Arrivo in una situazione complicata, con l'obiettivo di compattare l'ambiente, far parlare il campo e non fare calcoli. Ringrazio tutti per le dimostrazioni di affetto. Ora sono concentrato sulle esigenze della squadra". La situazione della squadra è quella che è. Il Genoa ha bisogno di riprendersi e di fare punti, ed è probabile che Gasp approfitti della sosta di campionato dopo il match contro il Catania di Maran per approfondire la conoscenza dei suoi giocatori e imporre la sua ideologia e la sua tattica. "Ci vuole fortuna ad azzeccare le scelte - ha continuato Gasp -. L'organico, per le mie abitudini, è fin troppo numeroso. Ognuno deve anteporre l'interesse del Genoa al proprio. Occorre essere squadra, fare gruppo. Trovare dimensione, identità, organizzazione puntando a bruciare le tappe". Il tecnico è realista e conosce i pericoli di un campionato che fino ad ora, per il Genoa, non ha dato squilli forti (derby a parte): "Ci sarà da soffrire. Con il presidente ci siamo visti dopo la partita di sabato. Siamo stati insieme degli anni, a volte si sottolineano le difficoltà di due mesi, invece dei tanti momenti positivi. L'affiatamento si recupera, ho avvertito in lui la determinazione di fare bene. E' un segnale importante aver proiettato questa intesa nel futuro".

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©