Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Gasperini: "Ecco perchè non approdai al Napoli"


Gasperini: 'Ecco perchè non approdai al Napoli'
04/09/2013, 14:33

A Radio Crc è intervenuto Gian Piero Gasperini, allenatore: “Il voto al mercato del Napoli è molto alto perché la cessione di Cavani ha permesso alla società di lavorare bene e potenziare la squadra. La perdita di Cavani ha fatto sì che si prendessero giocatori importanti per creare una squadra che quest’anno ha tutte le carte in regola per poter ambire al massimo dei traguardi. La Juventus è la squadra favorita perché consolidata nel gioco, nell’organizzazione di squadra e nella forza del gruppo. Questo, dà alla Juve i favori del pronostico ma già l’anno scorso il Napoli ci andò vicino e a maggior ragione, quest’anno anche se ha bisogno di crescere ulteriormente, la squadra azzurra ha le carte in regola per poter ambire a giocarsi anche il campionato. Benitez? Ogni esperienza fa storia a se e quando lo spagnolo arrivò all’Inter, la società era in una situazione diversa rispetto a quest’anno così come lo era quando allenai io i nerazzurri. Benitez è un allenatore di grande esperienza e capacità e il lavoro che sta facendo permette alla squadra di crescere. Dovevo correre il rischio di affrontare la sfida Inter. Rimpianto Napoli? Sono situazioni che a volte nascono nella carriera degli allenatori. Ci sono dei momenti in cui si è più vicini ad una squadra e poi le situazioni possono maturare o meno. È stato comunque importante che il Napoli pensasse a me. Poi, le cose sono andate in maniera diversa ma non ci sono rimpianti. La società si tutelava nel caso in cui fossero andate diversamente le cose con Mazzarri ma sono situazioni normali, non c’è nulla di strano in questo. Il mio ingaggio sapevo che sarebbe stato condizionato dalla volontà di Mazzarri”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©