Sport / Calcio

Commenta Stampa

Il centrocampista commenta le pena inflitta dall'Uefa

Gattuso:"Ci mancava che mi davano un mese di galera!"


Gattuso:'Ci mancava che mi davano un mese di galera!'
23/02/2011, 11:02

Rino Gattuso si confessa. Dopo la sacrosanta stangata subita dall’Uefa, il centrocampista del Milan racconta il retroscena della testata rifilata al vice allenatore del Tottenham Joe Jordan.
"Ho fatto una figura di m..., ma per me il rispetto è importante. Mi hanno dato 5 giornate, ci manca solo che mi davano un mese di galera!. Jordan gridava e diceva 'Questa non è una piscina' - ricorda il centrocampista del Milan in un'intervista a 'Le Iene', che andrà in onda stasera alle ore 21.10 su Italia 1. Cassano alla fine della partita mi ha detto: Bell'esempio che mi hai dato. Adesso lui è diventato il mio tutor. Il mio motto è portare rispetto a chi porta rispetto. Buono sì ma scemo no. In questi anni non ho fatto male a nessuno e dopo la partita sono andato da Jordan e lui si è tolto gli occhiali con un gesto si sfida, gridando 'fuck fuck', poi è intervenuto Bassong dicendo 'You and me' e noi abbiamo fatto 'you and me' anche perché avevo esperienza con la telefonia... Nel sottopassaggio abbiamo fatto primo e secondo tempo io e lui che mi ha visto piccolo e pensava fossi una mezza sega”..

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©