Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL RITRATTO DI GOKHAN

GdS: Inler il salutista, professionista esemplare


GdS: Inler il salutista, professionista esemplare
28/07/2011, 11:07

Giù la maschera: Gokhan Inler è già al centro del Napoli, ne è il motore, il «Robocop » stimato dai compagni e amato dai tifosi. Il leone svizzero, o meglio «turco-napoletano » come si definisce, vuol diventare il più preciso di tutti. «Sono carico, entusiasta», disse all'arrivo in ritiro: dimostra di esserlo tutti i giorni in campo e già la corsa di Dzemaili e Donadel (ieri accanto a lui nella partitella pomeridiana), a caccia del posto da titolare al fianco del guerriero ex Udinese, comincia ad entrare nel vivo.
Complimenti - Un coro. Dal presidente De Laurentiis al magazziniere, dal tecnico Mazzarri al più giovane della Primavera: a tutti piace Inler. Il più colpito dalle sue doti agonistiche e tecniche è Hamsik, con cui Gokhan divide la camera d'albergo: «Siamo abbastanza simili, abbiamo le stesse ambizioni», ha spiegato lo slovacco. Al momento di decidere se accettare Napoli, è stato proprio «Marekiaro» a fugare gli ultimi dubbi del capitano della Svizzera: «Questo è l'ambiente giusto, vieni di corsa». E così è stato.
I tifosi lo adorano: hanno già preso d'assalto il suo sito internet e decuplicato in due settimane i suoi contatti sul profilo di Facebook. Lui, felicissimo: «Ringrazio tutti: affetto fantastico, non vedo l'ora di ricambiarlo al San Paolo».
Vita sana - Il centrocampista nato a Olten, 27 anni, è un perfezionista. Il capitano Cannavaro l'ha soprannominato «Robocop » per la professionalità, primoa presentarsi all'allenamento e ultimo ad andarsene, Mazzarri si è compiaciuto per le condizioni atletiche («Ha lavorato pure in vacanza»). Lui, in campo e fuori, è un salutista: non beve alcolici, nemmeno bevande gassate, non mangia carne di maiale perché è musulmano (anche se non osserva il digiuno del Ramadan), ha una fidanzata fissa e si concede divagazioni solo guardando i film d'azione in dvd. Perché sul piccolo schermo o in campo per il signore del centrocampo è sempre battaglia: ci sarà tempo per rilassarsi nella sua villa con piscina a Castel Volturno.
FONTE: Gazzetta dello Sport

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©