Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

GdS: lady De Laurentiis e le sue regole in rosa


GdS: lady De Laurentiis e le sue regole in rosa
20/04/2011, 09:04

L’altro Napoli è colorato di rosa, tenue come l’azzurro del mare di Posillipo. Giovani graziose, che vivono con discrezione al fianco dei protagonisti della domenica, gli stessi che la gente non smette di apprezzare persino nei momenti più tristi come quello che s’è materializzato domenica sera, dopo la sconfitta contro l’Udinese. Tutte in posa, mogli, compagne, fidanzate per immortalare un momento di grande intensità voluto da Jacqueline De Laurentiis che, per la prima volta, ha riunito le signore del Napoli. Un pomeriggio di cordialità, che non ha avuto nè titolari nè riserve. Dalle fidanzate di Maiello e Vitale a Soledad, moglie di Edinson Cavani. Tutte insieme a Palazzo Donn’Anna, una delle meraviglie della città, strette intorno alla signora Jacqueline che ricopre la carica di vice presidente.

Menù La terrazza è invasa da un sole primaverile. Bresaola, gamberetti e carciofi aprono il menù sotto la voce aperitivo. Si discute timidamente di calcio, dei mariti, del sogno scudetto e della qualificazione in Champions League. In tavola viene servito un risotto con i fiori di zucca. Si chiacchiera amabilmente, ci si conosce ancora meglio. Ed è stato questo lo scopo che ha spinto la «First Lady» a combinare l’invito.

Decalogo L’accoglienza è perfetta, le signore sono l’altra parte dei successi di questo Napoli, incitano, soffrono, esultano. Non è casuale il decalogo che la signora De Laurentiis ha distribuito: ogni pergamena è stata scritta in lingua madre, affinché anche le signore straniere possano capire il significato di quel dono. Bianco e azzurro, i colori della pergamena che riporta questa frase: «Avete sposato un calciatore: le regole d’oro per farne un campione ».Una serie di consigli distribuiti in maniera affettuosa perché la loro vita di coppia possa funzionare sempre meglio.

I consigli Sono otto i concetti più importanti che la signora Jacqueline ha espresso nel suo decalogo. Il primo punto dice: «Si è campioni quando si è tali soprattutto nella testa, fate in modo che il vostro compagno riesca a sentirsi sempre tale». Nell’ultimo punto, invece, una speciale raccomandazione: «Conto su di voi per queste ultime cinque giornate, evitate tensioni inutili in famiglia».

Fonte: Gazzetta dello sport.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©