Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL MACEDONE SCALPITA

GdS: Lavezzi si ferma, scatta l'ora di Pandev


GdS: Lavezzi si ferma, scatta l'ora di Pandev
20/12/2011, 12:12

Pranzo con annessa tiratina d’orecchi. Aurelio De Laurentiis ha riunito staff tecnico, giocatori e dipendenti in un ristorante collinare per lo scambio di auguri e regali in prossimità delle festività natalizie. L’incontro è avvenuto all’indomani della sconfitta interna, rimediata contro la Roma e, ovviamente, il presidente non ha nascosto la propria delusione per la quarta sconfitta della stagione. «Sono certo che anche voi, come me, siate dispiaciuti. Avrei voluto viverla diversamente questa giornata. Spero che trascorriate un Natale sereno e che possiate ritrovarvi per riprendere il cammino in campionato», ha detto De Laurentiis prima di consegnare a ciascun giocatore una pergamena (dopo le festività incasseranno anche il premio in soldi) come riconoscimento per aver conquistato gli ottavi di finale di Champions League. Lasciando il ristorante, nel pomeriggio, il presidente è stato protagonista di un breve faccia a faccia con un gruppetto di tifosi. Uno di essi gli ha detto: «Vogliamo vincere, ci interessa il campionato e non la Champions! ». Senza scomporsi più di tanto, De Laurentiis ha replicato: «Anche io voglio vincere. L'anno prossimo penseremo al campionato».
Lavezzi stop - E’ stato uno degli ultimi, Ezequiel Lavezzi, a presentarsi all’appuntamento. Al ristorante è arrivato in compagnia di Fideleff e Chavez, i due giovani argentini ingaggiati nella scorsa estate. L’umore non era dei migliori, e non sarebbe potuto essere diversamente dopo l’esame strumentale che ha confermato la prima diagnosi stilata da Alfonso De Nicola, il medico sociale. Il Pocho ha riportato l’elongazione del retto femorale della coscia destra e dovrà restare fuori per quattro settimane. Un vera e propria mazzata che s’è abbattuta sul Napoli: senza Lavezzi, raccontano le statistiche, la squadra fa fatica, perde molto nelle ripartenze e negli assist. Se il recupero non avrà intoppi, l’argentino dovrebbe rientrare contro il Bologna, al San Paolo, a metà gennaio. Intanto, inizierà a curarsi in sede fino a venerdì, dopodiché volerà in Argentina per riabbracciare Thomas, il figlioletto che vive laggiù con la mamma. «Buongiorno a tutti. Volevo comunicarvi che ho avuto uno stiramento e dovrò restare fermo quattro settimane. Saluti», ha scritto il Pocho su Twitter.
Alternative - L’infortunio di Lavezzi apre alla soluzione Pandev. Toccherà all’attaccante macedone affiancare Hamsik alle spalle di Cavani. Difficilmente Mazzarri prenderà in considerazione un’ipotesi diversa. Mascara, infatti, è stato messo sul mercato nonostante lui continui a dichiarare che da Napoli non vuole andare via. Ma l’eventualità di una cessione diventerà certezza nel momento in cui andrà in porto ufficialmente l’operazione legata all’acquisto di Edu Vargas. Ieri c’è stato un nuovo incontro tra l’Universidad de Chile, che vorrebbe il pagamento immediato degli 11 milioni pattuiti, e l’agente del giocatore che ha firmato una sorta di pre accordo con il Napoli. Il Napoli vorrebbe effettuare il pagamento in due anni. E dinanzi alla richiesta di De Laurentiis, i dirigenti cileni hanno iniziato a prendere in considerazione anche l’offerta di altri club come l’Inter. Dal Cile, tuttavia, la stampa locale dà ormai per scontato il passaggio di Vargas al Napoli: 4 stagioni con un contratto di 1,5 milioni di euro all’anno.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©