Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"E' LA SUA NOTTE"

GdS: "Mazzarri ha trasformato il sogno in realtà"


GdS: 'Mazzarri ha trasformato il sogno in realtà'
22/11/2011, 09:11

Difficile credergli quando dice che per lui sarà una partita come le altre. Sa bene, Walter Mazzarri, che non è così. Sarebbe contro natura se vivesse questa vigilia senza una tensione particolare. E allora la convinzione è che anche lui, all’apparenza freddo e privo di emozioni, non stia nella pelle all’idea che stasera potrebbe regalare alla gente di Napoli un qualcosa di prestigioso, di unico addirittura, perché da queste parti la Champions League è stata sempre è soltanto un sogno. Che lui è riuscito a trasformare in realtà. Perché, al di là di come andrà a finire stasera contro il Manchester City, Mazzarri resterà l’artefice di tutto questo, insieme a un gruppo di ragazzi che ne ha voluto seguire le idee e gli insegnamenti che, tra l’altro, hanno accelerato la crescita di tutti quanti loro
Notte magica - É quanto chiederà l’allenatore ai suoi, pur consapevole della forza dell’avversario e della maggiore qualità tecnica che può vantare. Ma la resa non gli appartiene. Lui non ha alcuna intenzione di lasciare via libera a Roberto Mancini «Ormai è un abitudine: le avversarie vengono a al San Paolo avendo a disposizione due risultati su tre. Dunque, da questo punto di vista siamo allenati. Dobbiamo ripartire da quei secondi 45’ giocati contro la Lazio e fare anche qualcosa in più, perché il Manchester City è ai vertici del calcio mondiale », ha spiegato il tecnico napoletano.
Forza tridente - Qualcosa d’importante dovrà garantirlo il tridente, diversamente è improbabile che l’impresa possa riuscire. «Io non mi aspetto nulla di particolare dai tre attaccanti, perché tutta la squadra dovrà fare una prestazione superlativa. Credo che tutti abbiano capito l’importanza di questa sfida. Personalmente, sono già in partita, sto ragionando sulla formazione che schiererà Mancini. Ho visto il City contro il Newcastle, mi è parso quasi un allenamento per come ha giocato in scioltezza. Balotelli? All’andata non c’era, ma stavolta ci sarà. Ed è anche in un momento di forma eccellente».
Manchester superstar - L’allenatore napoletano, poi, riconosce le potenzialità dell’avversario: «É all’altezza di Bayern Monaco, Real Madrid, Barcellona e Chelsea, ma noi proveremo a dargli fastidio», ha osservato Mazzarri. «É già un’impresa essere arrivati a questo punto. Il massimo, però, sarebbe vincere. Conosciamo il valore del Manchester City e come gioca. Sono cresciuti sotto il profilo dell’autostima e della continuità nei risultati. Può succedere tutto, ma chiederò ai miei di non essere timorosi, soprattutto nella fase iniziale. Abbiamo le armi per poter fare male al Manchester. Poi, se dovessimo uscire dalla Champions, lo faremo a testa alta, perché siamo arrivati alla quinta partita essendo ancora in corsa per la qualificazione. Dovessimo arrivare agli ottavi sarebbe oro, perché i valori in campo sono chiari a tutti. Se il Villarreal non le vince entrambe, allora saremmo comunque in Europa League e come lo scorso anno cercheremo di far bene anche in questa manifestazione, provando ad andare avanti il più possibile. Certo, i risultati possono incidere anche sulle strategie di mercato per gennaio, ma queste valutazioni le faremo prima della sosta natalizia ». La notte è tutta sua, dunque. Potrebbero bastargli i 90 minuti contro il Manchester City per ritagliarsi uno spazio tra le eccellenze della storia del club. Diversamente, dovrà essere in grado di voltare pagina e di rimettere in piedi il campionato e la stagione.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©