Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

"HA IL PIEDE CALDO"

GdS: "Napoli, dal dischetto affidati a Pandev"


GdS: 'Napoli, dal dischetto affidati a Pandev'
25/01/2012, 10:01

L’ultima volta che il Napoli ha superato il turno contro l’Inter in Coppa Italia la qualificazione fu decisa dai calci di rigore. Quello decisivo lo realizzò il francese Alain Boghossian e gli azzurri approdarono alla finale, poi persa, contro il Vicenza. Nell’ultimo periodo, però, il dischetto è diventato un vero e proprio incubo per i giocatori del Napoli. Tre errori su quattro tentativi in questa stagione: due da parte di Hamsik e uno ad opera di Cavani, domenica scorsa a Siena. Lo slovacco, invece, ha calciato in curva contro la Juventus e si è fatto respingere il primo rigore battuto quest’anno proprio da Julio Cesar (poi Campagnaro ribadì in rete scatenando le polemiche interiste per essere entrato in area con un attimo d’anticipo). Ecco perché ieri capitan Cannavaro ha preferito archiviare l’argomento con una battuta: “Loro ne hanno sbagliati tre su quattro , io avrei fatto peggio”…
Precedenti - In effetti, anche lui ne ha calciato uno in Coppa Italia e lo ha fallito. Si giocava Napoli Juventus, stagione 2006 07, ma il suo errore fu «amnistiato», perché tra i bianconeri sbagliarono Balzaretti (decisivo) e addirittura Buffon. Proprio contro la Juventus, però, è cominciata la maledizione dei rigori per gli azzurri. Tre stagioni fa a Torino sbagliarono Contini, Lavezzi e Gargano con Reja ad imprecare per il mancato approdo in semifinale. Lo scorso anno, sempre ai quarti, fu fatale l’errore del Pocho, che era stato imprendibile per la difesa di Leonardo, ma arrivò esausto sul dischetto e spedì alto. In quella serie, andò invece a segno Pandev. Stasera potrebbe essere l’ex di turno della partita e chissà che non si prenda lui la responsabilità di calciare un eventuale rigore per il Napoli. Mazzarri deciderà soltanto stamattina. Il macedone, però, ultimamente ha il piede molto caldo.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©