Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PROBLEMA STRUTTURALE

GdS: Napoli, ecco perché la difesa non regge...


GdS: Napoli, ecco perché la difesa non regge...
16/03/2012, 13:03

Da Bergessio ad Ivanovic: un piccoletto che svetta di testa ed un gigante che segna di piede. Il Napoli soffre quando viene accerchiato e spesso i cross dalle fasce mandano in tilt la difesa azzurra. Un problema strutturale, visto che chili e centimetri un po’ difettano alla retroguardia di Mazzarri, ma anche di qualità complessiva del reparto. Di Matteo aveva studiato il Napoli ed il Chelsea ha sistematicamente saltato il centrocampo andando a cercare le sponde acrobatiche di Drogba, il resto lo hanno fatto mischie e calci piazzati che per le squadre inglesi rappresentano da sempre l’arma vincente.
Deficit - Non solo a Londra, però, la contraerea azzurra non ha funzionato. Troppi 28 gol incassati in area di rigore sui 42 totali subiti dal Napoli. Troppe le 16 marcature arrivate da cross, angoli e punizioni laterali. «Bisognava stare più attenti sul primo gol del Chelsea— ha detto Ciro Ferrara —, anche se va tenuto conto del valore degli attaccanti inglesi. Si è rischiato molto pure in altre situazioni. Probabilmente, andavano evitare le troppe palle inattive che sono state concesse ai Blues». Anche perché l’infortunio di Maggio ha privato il Napoli di uno dei suoi migliori saltatori, un aspetto che alla fine ha inciso molto sull’esito della gara. «L’avevo detto anche prima della partita che c’erano molti rischi — ricorda Moreno Ferrario —. I tre gol incassati contro il Cagliari mi avevano allarmato per la loro dinamica, che lasciava qualche dubbio sull’atletismo della difesa del Napoli. Si era trattato forse solo di relax, ma allo stesso modo credo che in area siano mancate fisicità ed attenzione. Basta vedere quello che è accaduto in occasione della rete di Ivanovic. È rimasto almeno cinque secondi da solo prima del cross di Drogba senza che nessuno lo andasse a chiudere».
Futuro - Ferrario, giustamente, chiarisce, però, che non è tutto da buttar via: «Un acquisto di grido in difesa il prossimo anno? Tutto è migliorabile, ma il problema è generale. Thiago Silva, che è considerato il miglior difensore del campionato, in casa dell’Arsenal ha fatto brutta figura». In stagione, a Mazzarri sono mancate valide alternative nel reparto. Grava forse è stato ripescato troppo tardi, Britos è stato penalizzato dagli infortuni mentre Fernandez e Fideleff hanno deluso le attese. Mazzarri non si è fidato dell’ex dell’Estudiantes neppure allo Stamford Bridge quando avrebbe potuto sul 2-1 rinforzare gli argini: «Io avrei inserito Fernandez perché serviva un saltatore al centro dell’area— afferma Beppe Bruscolotti —, però non è detto che con lui le cose sarebbero andate diversamente. Purtroppo, ci sono errori che si ripetono con troppa continuità e che stavolta sono risultati fatali».
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©