Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CONTESO IN ESTATE

GdS: "Napoli-Juve, per Inler è una sfida speciale"


GdS: 'Napoli-Juve, per Inler è una sfida speciale'
28/11/2011, 10:11

La lunga estate di Gokhan Inler alla fine si è dipinta d’azzurro, ma a lungo sembrava poter essere a tinte bianconere. Il suo passaggio dall’Udinese alla Juve non si è concretizzato sia per la correttezza dei dirigenti friulani, da tempo d’accordo con il Napoli, ma anche perché lo svizzero non ha ceduto alla corte della Vecchia Signora, che gli offriva un ingaggio più elevato di quello elargito da De Laurentiis. Il suo agente Lamberti (in questi giorni in città) gli ha giustamente sottoposto la proposta di Beppe Marotta, ma il suo assistito ha deciso di non prenderla in considerazione. Ecco perché la partita di domani sera per Inler ha un valore speciale.
Nessun rimpianto - Avrebbe potuto giocarla dall’altro lato ed invece si troverà contro Pazienza e Vidal. Il primo è il più grande rimpianto di Walter Mazzarri, che lo avrebbe voluto ancora alle sue dipendenze e si era battuto in tal senso, il secondo è stato invece l’oggetto del desiderio del d.s. Bigon prima che De Laurentiis chiarisse: «Non si possono avere troppi galli a cantare nello spogliatoio. C’è posto per uno solo tra Inler e Vidal». Così, il cileno è diventato immediatamente un perno della Juventus di Conte mentre Gokhan sta facendo fatica nello scacchiere tattico di Mazzarri.
Lo scorso anno nell’Udinese agiva da regista puro, adesso deve fare anche il mediano e sembra un po’ spaesato. Per sua fortuna, però, un Gargano in gran formasembra l’ideale per esaltarne le caratteristiche. È stato così anche contro il Manchester City, quando Inler ha giocato forse la sua miglior partita a Fuorigrotta.
A metà della ripresa, però, Gokhan ha dovuto lasciare il terreno di gioco per un colpo all’anca sinistra. Una botta che ha smaltito in questi giorni e che ha consigliato a Mazzarri di non portarlo a Bergamo per la gara con l’Atalanta. «Sto meglio. Ci vediamo al San Paolo», ha scritto lo svizzero su Twitter quasi a voler dare appuntamento ai suoi tifosi in occasione di Napoli-Juventus.
Che attesa - In effetti, i 60.000 aspettano una sua prodezza. Magari un gol simile a quello realizzato nella passata stagione con la maglia dell’Udinese, con De Sanctis beffato all’incrocio dei pali. Quella sera Inler non esultò, lasciando intendere che dopo qualche mese avrebbe svestito il bianconero per indossare l’azzurro del Napoli. Dunque, se domani sera dovesse segnare di certo non rimarrebbe impassibile. Perché lui stesso sa di poter dare molto di più alla causa: «Non avere ancora visto il vero Inler », ha chiarito martedì scorso dopo l’impresa in Champions League con gli inglesi.
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©