Sport / Basket

Commenta Stampa

General Construction, sconfitta a testa alta


General Construction, sconfitta a testa alta
14/02/2010, 21:02

VIRTUS LA SPEZIA: Scopigno 15, Donati 5, Scibelli 7, Canova ne, Gorla 9, Crescenzo 4, Sonaglia 0, Temnik 9, Zambarda 2, Baggioli 2. All. Gioan.
GENERAL CONSTRUCTION COCONUDA NAPOLI: Bove 8, Broring 8, Cupido 10, Pierno 1, Gelfusa 4, Tramontano 2, Bocchetti 4, Gemini ne, Orazzo 0, Correra 2. All. Anselmo
NOTE: Tiri da due: La Spezia 9/26, Napoli 15/41. Tiri da tre: La Spezia 4/19, Napoli 3/20. Tiri liberi: La Spezia 23/31, Napoli 6/9. Rimbalzi: La Spezia 44, Napoli 37. Uscite per cinque falli: Bove e Gelfusa.

ARBITRI: Castagnaro e Patrone.


LA SPEZIA – La General Construction Coconuda Napoli cade sul parquet della Virtus La Spezia ma lo fa in maniera del tutto onorevole tenendo testa alle quotate avversarie pur senza poter disporre del centro Selene Scimitani. Parte forte la squadra ligure che con prova subito a piazzare un break con Napoli che sbaglia troppo al tiro. La Gymnasium però non si arrende e comincia a trovare migliori soluzioni in attacco limitando bene la Temnik in difesa e chiudono il primo quarto sul -4 (14-10). Si segna davvero poco ma ciò gioca a favore di Napoli che con buoni canestri della Cupido e della Broring rimane sempre a contatto, difatti a metà gara lo score vede le due squadre in parità a quota ventidue. Il terzo quarto però è fatale alla General Construction che subisce un parziale pesantissimo (complici anche troppi fischi arbitrali) sbagliando tutto quello che c’è da sbagliare in attacco grazie anche una migliore difesa di La Spezia che ne approfitta appieno per scavare il solco decisivo portando il vantaggio in doppia cifra (39-26 al 30’). Nell’ultimo quarto è sempre generosa la prova di Napoli che ritrova la via del canestro ma con la gara oramai compromessa. Vanno a bersaglio tutte le giocatrici entrate ma purtroppo non basta e la Gymnasium deve alzare bandiera bianca chiudendo sul 53-45. Per Napoli uno stop dopo due vittorie consecutive, ma c’è subito la possibilità di rifarsi domenica al PalaVesuvio contro Alcamo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©