Sport / Basket

Commenta Stampa

General Construction sfiora l'impresa a Lucca


General Construction sfiora l'impresa a Lucca
13/03/2010, 21:03

DUCATO LUCCA: Soli 0, Ermito 4, Giordano 4, Corbani 12, Fabianova 5, Favilla 0, Mei 0, Romagnoli 0, Zampieri 19, Sandri 10. All. Diamanti.
GENERAL CONSTRUCTION COCONUDA NAPOLI: Bove 3, Broring 7, Cupido 14, Pierno 5, Gelfusa 0, Tramontano ne, Bocchetti 14, Orazzo ne, Scimitani 4, Correra 3. All. Anselmo
NOTE: Tiri da due: Lucca 16/43, Napoli 9/25. Tiri da tre: Lucca 1/15, Napoli 6/16. Tiri liberi: Lucca 18/20, Napoli 14/21. Rimbalzi: Lucca 42, Napoli 30. Uscite per cinque falli: Bocchetti.

ARBITRI: Brotto e Cunico.


Lucca, 13 marzo 2010 – La General Construction Coconuda Napoli sfiora l’impresa contro la capolista. Prova di gran cuore quella delle partenopee che già all’andata fecero tremare le toscane. Primo quarto difficile per Napoli che non riesce a trovare buone soluzioni in attacco ed il canestro sembra chiuso da un grosso tappo. Lucca invece approfitta dei canestri della Zampieri per scavare un primo solco, chiudendo sul 13-10 al primo intervallo. Nel secondo quarto la Gymnasium si riporta sotto approfittando dello show di Sara Bocchetti che segna ottimi canestri anche dall’arco dei 6,25 e carica di falli le avversarie. La presenza di Selene Scimitani, al ritorno dopo l’infortunio si sente molto (anche se con un minutaggio ovviamente ridotto) e Napoli torna definitivamente in partita, difatti a metà gara il tabellone dice che le toscane hanno solo due punti di vantaggio (25-23). Nel terzo quarto la squadra di coach Anselmo si porta addirittura avanti, con le triple della specialista Cupido ed una buona difesa che non concede punti facili alle avversarie (la Romagnoli che è una buona realizzatrice chiuderà l’incontro a zero punti) che faticano nel tiro da tre punti. Al 30’ il punteggio vede Napoli avanti 37-35. L’ultimo quarto è sempre punto a punto, ma Lucca riesce ad andare spesso in lunetta trovando a cronometro fermo punti importanti anche nei momenti più complicati. La General Construction riesce a rimanere sempre nel match ma paga i troppi rimbalzi concessi in attacco alle avversarie (significativo il computo totale dei rimbalzi offensivi, 17 a 5 per Lucca) e purtroppo deve alzare bandiera bianca contro una squadra che in casa non ha mai perso, vincendo dodici gare su dodici.. Sconfitta più che onorevole per Napoli, che dimostra ancora una volta di essere una compagine che può mettere in difficoltà chiunque.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©