Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Genny Romano: "Dopo la vittoria di Vallelunga sono pronto per il Mugello"


Genny Romano: 'Dopo la vittoria di Vallelunga sono pronto per il Mugello'
18/06/2010, 20:06

Genny Romano è tornato alla vittoria, dopo un digiuno durato un anno esatto. Il napoletano del Moto Club Piccole Pesti, nell’ultima prova del Trofeo del Centauro che si è disputata sulla pista di Vallelunga, in sella ad una Yamaha R6 curata dal Team Bike & Motor Racing, ha stracciato la concorrenza della classe 600 Stock. Già durante le qualifiche Romano è apparso veloce ed in palla: “Dopo – racconta Genny – il primo turno di prove ero secondo. In griglia di partenza, però, ho occupato la terza piazza. Al semaforo verde, mi lascio sorprendere da un solo pilota, e dopo la prima tornata sono in coda al trenino dei primi quattro. Tempo quattro giri di studio, inizio ad alzare il ritmo, e recupero fino alla seconda posizione. Gli ultimi passaggi sono stati fantastici, e sono riuscito a tagliare per primo il traguardo con due secondi di vantaggio sull’inseguitore. Credo d’aver fatto la differenza nella parte guidata del secondo e del terzo settore della pista. Vedere per primo la bandiera a scacchi sventolare, è stata un’emozione bellissima, che mi mancava”. L’affermazione nel Trofeo del Centauro è uno sprono per “Gentlman Genny” (gli amici lo chiamano così per la classe mostrata sia in pista sia fuori) a fare meglio, specie nel Civ, dove si cimenta nella classe 600 Stock: “Man mano – spiega Romano – cresce il feeling con la moto. Essere al comando in un trofeo importante come quello del centauro, dimostra che chi ha creduto in me non si sbagliava. Questo fine settimana sarò al Mugello per affrontare il quarto round del Civ. Il mio cammino fino a questa tappa non è stato esaltante, e so che ripetere l’exploit di Vallelunga mi sarà difficile. Io però non demordo, perché conosco i miei limiti, che vanno al di là dei punti raccolti fin’ora”. Romano tra le curve della veloce pista toscana sembra trovarsi a suo agio, ed è lecito aspettarsi una buona prestazione: “Affronterò – svela il pilota gentiluomo – il fine settimana concentrato solo sulla gara, come se fosse una finale secca. I circuiti veloci li adoro, e questa gara capita a pennello. Non amo fare pronostici, ma se avrò finito di pagare il conto con la sfortuna, sarà un bel gran premio per me….”

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©