Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Genny Romano pronto per la R6 Cup


Genny Romano pronto per la R6 Cup
05/04/2011, 22:04

Le vacanze invernali sono finite per i piloti della Yamaha R6 Cup, perché questo fine settimana si torna di nuovo in pista, dove torneranno a parlare il cronometro e le battaglie dei piloti per farlo scorrere il meno possibile. Mai come quest’anno il trofeo della casa dei tre diapason si presenta ricco di piloti dotati di talento. Tra questi il napoletano Genny Romano del Moto Club Piccole Pesti ha voglia di scrivere una pagina importante della classe 600 Stock: “Sono – spiega il pilota del Team Fp Evolutionconsapevole che questa rappresenta per me una stagione cruciale. Dopo l’apprendistato dell’anno scorso, è arrivato il momento di mettere a frutto quello che ho imparato alla guida di una seicento quattro tempi”. Romano ha alle spalle già un impegno ufficiale del 2011, perché alla gara di marzo del Trofeo D’apertura ha colto, al termine di una gara rocambolesca, un buon nono posto: “A Vallelunga – racconta Genny – nonostante la pioggia, con la quale non ho un ottimo rapporto, in qualifica ho chiuso con il tredicesimo tempo. Una volta spento il semaforo verde, sbaglio la partenza e sprofondo in ventesima posizione. Non mi perdo d’animo e inizio una rimonta che mi porterà a tagliare il traguardo nono. Tutto sommato il risultato mi soddisfa, perché è stata la prima gara con il mio nuovo team. Inoltre, a differenza delle moto dei miei avversari che giravano con le Dunlop, la mia moto era equipaggiata con le Metzeler, con quest’ultime meno performanti rispetto alle prime”. Il Circuito Internazionale di Misano sarà la prima arena della stagione e Romano non vede l’ora di salire sul palcoscenico: “Mi sono – dice – allenato duramente e il test ufficiale del mese di marzo sulla pista romagnola è stato positivo. Ora non devo fare altro che dimostrare il mio valore tra i cordoli, e l’obiettivo è lottare con i migliori per arrivare primo alla bandiera a scacchi”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©