Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Genny Romano pronto per Monza


Genny Romano pronto per Monza
30/04/2010, 09:04

Il Campionato Italiano Velocità sbarca sul velocissimo “Autodromo Nazionale” di Monza per la seconda prova in calendario. Dopo il grande spettacolo della gara d’apertura, si prevedono sul circuito brianzolo altrettante gare combattute ed emozionanti. Nella categoria 600 Stock chi ha voglia di rifarsi dalla prova opaca di Vallelunga è Genny Romano, pilota del Moto Club Piccole Pesti, e alfiere del Team Bike & Motor Racing: “Purtroppo – spiega il napoletano – non siamo ancora al livello prestabilito. Mi manca ancora il feeling con l’anteriore della mia Yamaha R6. Venendo dalla 125 Gp, devo migliorare nella guida, perché una quattro tempi richiede uno stile completamente differente, meno lineare è più fisico. Devo imparare a convivere con le derapate e la tendenza della moto all’impennata”. Romano ha già avuto modo di testare la sua R6 sull’asfalto lombardo: “Siamo – dice – stati un mese fa, in occasione del test ufficiale organizzato dalla Fmi, e le impressioni raccolte sono state positive. La pista è fantastica, spettacolare ed adrenalinica. Ci sono quattro lunghi rettilinei, dove con la manopola sei sempre a fondo corsa! Dopo il semaforo verde sarà fondamentale non scivolare o commettere penalità nella variante Good Year. Il curvone che viene subito dopo lo si percorre in sesta piena. Mitiche sono le due curve di Lesmo, mentre è semplicemente da brivido la Parabolica! La curva è molto lunga, con un raggio via via crescente. Lì la moto diventa un’anguilla, che tende a scapparti dalle braccia, ma devi avere il pelo di non chiudere il gas, e contemporaneamente tirarla a destra. Visto che si trova all’interno di un parco, il tracciato presenta delle zone d’ombra, dovute alla presenza dei numerosi alberi. Bisognerà tenere presente della differenza di visibilità che si verrà a creare. Mi aspetto da questo fine settimana di entrare nella zona punti, perché a mio avviso non sono da ventiquattresima posizione. Con i tecnici del team c’è armonia e la voglia di far bene c’è da parte di entrambi”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©