Sport / Calcio

Commenta Stampa

Tre espulsi e rissa compresa

Genoa-Sampdoria 3-0


Genoa-Sampdoria 3-0
28/11/2009, 22:11

GENOVA - Il derby della Lanterna numero 101 non delude le aspettative. Tre espulsi, tanto spettacolo sugli spalti e qualche nervosismo di troppo in campo. A dominare è stato il Genoa, che non solo ha battuto 3-0 i cugini blucerchiati, ma li ha superati anche sul piano atletico fino allo scadere. Tanti gol del Genoa, anche se Gasperini sorprende con la scelta di non schierare un tridente senza una vera e propria prima punta e inserisce Palacio-Palladino e Sculli, lasciando Floccari e Crespo in panchina.
I padroni di casa (genoani) vanno in vantaggio con Milanetto su rigore al 10'. I blucerchiati faticano tanto da non sfruttare la superiorità numerica dovuta all'espulsione di Biava che commette un'ingenuità clamorosa e tocca la palla con la mano volontariamente dopo una punizione battuta rapidamente dagli avversari. Arriva, infatti, il raddoppio del Genoa con M.Rossi. Sul 2-0 torna la parità numerica: cartellino rosso anche per l'omonimo blucerchiato M.Rossi. La sfida si scalda definitivamente quando al 75' Palladino insacca la rete del 3-0 su rigore e dopo il gol esulta con fatidico "gesto dell'orecchio" verso la curva doriana. Lì scatta la rissa che prosegue con animi accesi fino al termine della gara. La Samp chiude in 9 a causa dell'espulsione di Cacciatore.
Il Genoa domina e la Samp dovrà rivedere l'approccio alla partita. La felicità dei padroni di casa è evidente, tanto che anche il patron Preziosi abbraccia la squadra e salta al tempo di "chi non salta blucerchiato è".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©