Sport / Vari

Commenta Stampa

Genova, presentato il Pramac Racing Team a bordo di MSC Fantasia


Genova, presentato il Pramac Racing Team a bordo di MSC Fantasia
09/02/2011, 15:02

Genova, 9 febbraio 2011 - Location delle grandi occasioni per la presentazione ufficiale del Pramac Racing Team 2011.

A bordo di MSC Fantasia, nave ammiraglia della flotta Msc Crociere, al porto di genova, Paolo Campinoti e i suoi nuovi piloti, Loris Capirossi e Randy De Puniet, hanno svelato la nuova Ducati GP11 Sat che prenderà parte al Campionato del Mondo MotoGP 2011. I piloti del Pramac Racing Team sono arrivati al porto di Genova a bordo di due Ducati (Hypermotard e Monster) marchiate Pramac, con le quali si sono esibiti al fianco dell’imbarcazione MSC Fantasiaprima di salire a bordo.

Alla conferenza stampa hanno, inoltre, partecipato Claudio Domenicali, AD di Ducati Corse, e Federico Maccotta, Area Manager Lombardia di MSC Crociere.

MSC Fantasia, che insieme alla gemella MSC Splendida, è la nave più grande mai commissionata da un armatore europeo. L’ammiraglia - capolavoro dello stile italiano grazie al mix perfetto di alta tecnologia, eleganza e servizi esclusivi - è caratterizzata da un arredo molto curato in ogni minimo dettaglio ed è dotata di piscine, bar, ristoranti, aree per il relax e il divertimento, un grande centro benessere e, per chi desidera lusso e riservatezza senza rinunciare ai benefit che offrono le grandi nave da crociera, l’esclusiva area Vip MSC Yacht Club.
La decima stagione per Pramac in MotoGP è ufficialmente iniziata!

Paolo Campinoti – Pramac Racing Team Principal:
“La MotoGP per la Pramac vuol dire adrenalina, passione e divertimento. Sono dieci anni che facciamo parte di questo mondo e puntiamo a rimanerci per molti anni ancora. Siamo ancora una struttura giovane e cresciamo anno dopo anno per migliorarci sia a livello di risultati sia a livello di servizi per i nostri partner. Per la stagione che sta per iniziare abbiamo puntato su due piloti di altissimo livello come Loris Capirossi e Randy De Puniet. Siamo sicuri che grazie al loro talento avremo molte possibilità di festeggiare al meglio i nostri primi dieci anni in MotoGP. Sappiamo che lottare con i team ufficiali sarà molto dura: il nostro obiettivo minimo per questa stagione è di diventare il primo Team satellite in classifica. L’anno prossimo, con il ritorno alle 1000cc, sarà una nuova avventura. Se questo cambiamento ci porterà ad assistere a gare come la nuova Moto2 dell’anno passato, allora ci sarà da divertirsi per tutti. La nostra filosofia di Green Energy Team continua, anzi, si rafforza. Il prossimo anno avremo una struttura hospitality completamente nuova con grandi novità: sarà, infatti, alimentata da pannelli fotovoltaici e una pala eolica. Naturalmente made by Pramac.”

Claudio Domenicali – Amministratore delegato Ducati Corse
“I rapporti con la Pramac e la Pramac Racing sono stati ottimi sin dai primi anni. Ci troviamo molto bene con Paolo Campinoti e la sua struttura e contiamo di portare avanti questo progetto ancora per molti anni. Il Pramac Racing è sì un team satellite, ma visto il rapporto che abbiamo instaurato negli anni cerchiamo di essere sempre più di supporto anche con loro. Sicuramente il Pramac Racing Team è e sarà un punto di riferimento per noi, alcuni dei nostri migliori ingegneri lavorano all’interno della loro struttura e cosi sarà anche in futuro. Il ritorno ai 1000cc sarà per noi una bella avventura e come sempre ce la metteremo tutta per far si che le nostre Ducati, incluse quelle del Pramac Racing Team, siano tra le migliori.”

Federico Maccotta, Area Manager Lombardia di MSC Crociere
“La presentazione ufficiale del Pramac Racing Team con i suoi nuovi piloti ed il nuovo gioiello Ducati ci è sembrata un'ottima occasione per ricordare a tutti noi il valore del gioco di squadra come metodo ideale per il raggiungimento dei propri obiettivi. MSC Fantasia, riconosciuta da tutti come una delle navi più belle del mondo, con i suoi 1.400 membri di equipaggio che ogni giorno lavorano in team per soddisfare le esigenze dei 4.000 ospiti a bordo è quindi la location ideale per un evento del genere. Vedere la Ducati GP11 Sat ed i suoi piloti a bordo di una delle nostre navi è sicuramente un'esperienza emozionante: da parte di MSC Crociere un grande ‘in bocca al lupo’ a Loris, Randy e a tutto il Pramac Racing Team”.

Loris Capirossi – Pilota Pramac Racing
"Sono stato per cinque stagioni alla Ducati, ritornarci a distanza di tre anni vuol dire rientrare in una grande famiglia. Per me correre con il Pramac Racing Team vuol dire rimettermi in discussione, con la certezza di poter ottenere dei buoni risultati. Non ci ho riflettuto un attimo quando mi è stato proposto di tornare in Ducati. Tra qualche giorno torneremo in pista, ancora più in forma, per la seconda sessione di test a Sepang. Dobbiamo migliorare sotto alcuni aspetti. Per esempio, ho trovato qualche difficoltà in frenata e nel percorrere i lunghi curvoni. Ma già il fatto di aver migliorato i nostri tempi significa che siamo sulla strada giusta. Poi con Randy in squadra sarà tutto più facile. Tra noi c'è grande sintonia. E' il compagno ideale per questa nuova avventura in Ducati. La mia storia in MotoGP non è ancora finita. Penso di poter dare ancora tanto a questa categoria, indipendentemente dalle nuove regole.”

Randy De Puniet – Pilota Pramac Racing
"Sono felice di questa nuova avventura in Ducati. Ritorno finalmente ad essere 'italiano', visto che in passato sono già salito in sella a una moto italiana. Con la mia Ducati mi diverto molto, anche se a volte è ancora un po’ dura da controllare, soprattutto in curva. L'anno scorso, nonostante il brutto infortunio alla gamba, ho raggiunto dei buoni risultati. Adesso la cosa più importante per me è sapere che la gamba non mi ha dato alcun problema e in questi primi test ho potuto spingere al massimo. L'obiettivo è certamente quello di ripetermi anche in questa stagione. Con il lavoro mio e dei mie tecnici sono sicuro che questo obiettivo sia facilmente raggiungibile. Già fra qualche giorno affronteremo dei nuovi test. Sono certo che di volta in volta riusciremo a migliorare i risultati.”

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©