Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Giampaolo: “Napoli, prendi Silvestre”


Giampaolo: “Napoli, prendi Silvestre”
04/03/2011, 13:03

A Radio Crc è intervenuto Marco Giampaolo, ex tecnico del Catania:
“Questo campionato è equilibrato e affascinante. Il Napoli è nelle prime posizioni in classifica, è una squadra che è cresciuta molto perché è costruita con una logica ben precisa e che rispecchia la personalità del suo allenatore. Ci sono cose nel calcio che vanno al di là degli aspetti tecnici, cose più o meno condivise dall’una e dall’altra parte. Ho avuto problemi con la società del Catania, motivo del mio esonero. Il calcio è fatto di molte cose, non solo di gioco. Nel Napoli ci sono tanti buoni giocatori, ma io stimo un calciatore in particolare che potrebbe ambire alle migliori squadre d’Italia, mi riferisco a Silvestre che è un calciatore di altissimo livello. Il Napoli per poter lottare per lo scudetto deve rinforzarsi. I calciatori vanno visionati e valutati a 360 gradi. Nel Napoli ci può essere qualche calciatore non molto apprezzato ma che per l’allenatore è importante. Non si può giudicare la rosa di una squadra dal di fuori. Il Napoli ha fatto una crescita costante, è in continua evoluzione. L’acquisto di Mascara è in linea con le caratteristiche degli attaccanti azzurri e le strategie di gioco dell’allenatore. È un calciatore che, visti gli impegni del Napoli, è sicuramente utile e potrà dare il suo contributo. Mascara credo che abbia smaltito la sosta dell’infortunio, è stato fermo dalle tre alle quattro settimane, deve mettersi a posto e forse l’ha già fatto ed è entrato in un contesto nuovo, deve capire il sistema di gioco, deve capire l’allenatore cosa si aspetta da lui, deve conoscere i compagni. Ma non è un ragazzino, è un calciatore maturo. Secondo me in linea generale, Mascara come tutti i calciatori, ha bisogno di tempo per inserirsi in un contesto nuovo ma sono certo che i tempi di inserimento saranno comunque brevi, l’attaccante brucerà le tappe. Il processo di crescita del Napoli sta maturando adesso, la squadra deve rispondere presente alla partita di domenica contro il Brescia per riprendere il cammino e riacquistare forza. Il Brescia ha bisogno di punti, sarà una partita difficile e per niente scontata ma il Napoli ha i mezzi per risalire. L’assenza di Lavezzi si farà sentire perché è un giocatore di qualità e che fa la differenza nella squadra di Mazzarri. Oggi gli arbitri soffrono meno della sudditanza psicologica rispetto al passato, il problema è che gli errori arbitrali non devono rappresentare un alibi né per le piccole che per le grandi squadre. Tutti i club si lamentano a fine partita, c’è sempre qualcosa che non va. Credo che le cose vadano viste sempre in maniera costruttiva. Giudico la classe arbitrale molto migliorata”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©