Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'ADDIO

Gianello: "L'esperienza a Napoli è stata unica"


Gianello: 'L'esperienza a Napoli è stata unica'
01/07/2011, 13:07

Ai microfooni di Radio Goal è intervenuto Matteo Gianello: "Sono stati anni intensi, importanti, indimenticabili. Quest'anno abbiamo raggiunto il massimo traguardo. Sette anni sono tanti, un po' di dispiacere c'è, mi sento un po' napoletano. I momenti belli sono tanti, la partita di Verona è stata la partita dell'orgoglio, disputai una delle migliori partite con la maglia del Napoli. Non sono mancati gli insulti dai veronesi, io feci solo il mio dovere, a distanza di anni c'è ancora il rammarico per certi gesti che si sono ripetuti nel tempo. Ricordo con grande piacere anche la partita di Genova, quando venissmo promossi in Serie A insieme al Genoa. Rosati? E' un buon portiere, ha già esperienza, farà bene a Napoli. Futuro? Il mio procuratore sta lavorando, sono fiducioso, in due anni non ho mai giocato, ma mi sono sempre allenato bene, paradossalmente sto meglio ora di 10 anni fa. La passione per il calcio non ha categoria. Hamsik? Leggo i giornali come voi, se fossi in lui rmarrei ancora a Napoili, qui potrebbe maturare ancora di più".

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©