Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Il legale dell'ex azzurro cambia strategia

Gianello: “Non ho mai inguaiato nessuno”

Potrebbe esserci una svolta anche per il Napoli

.

Gianello: “Non ho mai inguaiato nessuno”
11/12/2012, 16:47

NAPOLI-  “Io non ho mai inguaiato nessuno. Non ho mai confessato nulla, né al tribunale di Napoli né in Procura federale. Ho solo dovuto ammettere, e dopo sette ore di interrogatorio, che quello che avevo detto ad un poliziotto che credevo un amico mio e del Napoli, era vero”. Racconta così la sua verità Matteo Gianello, ex portiere del Napoli coinvolto nell’inchiesta del calcio scommesse.

E mentre l’ex azzurro  cerca di motivare il suo comportamento, la società attende con ansia che arrivi la fine della settimana, quando cioè la Commissione Disciplinare, presieduta da Sergio Artico, si pronuncerà sulle richieste  di  Stefano Palazzi formalizzate oggi. Quest’ultimo contesta al Napoli la responsabilità oggettiva e chiede un punto di penalizzazione e 100mila euro di ammenda.

Intanto arriva anche una novità sulla linea che sta seguendo il legale di Gianello, Eduardo Chiacchio. C’è un cambio strategia: non propone un nuovo patteggiamento per il suo assistito, ma chiede la derubricazione del reato da illecito alla slealtà sportiva . Se passasse la sua linea il club azzurro se la caverebbe con due salatissime ammende, che è poi, quello a cui fin dalle prime ore del mattino, lavora la società azzurra.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©