Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Gianfranco Rivieccio il "sarto" delle sospensioni


Gianfranco Rivieccio il 'sarto' delle sospensioni
28/03/2011, 12:03

Le moto sportive che possiamo acquistare nelle concessionarie sono delle vere e proprie race-replica, autentici felini pronti a sbranare i cordoli dei circuiti. Le prestazioni in termini di potenza pura, erogazione della coppia e di guidabilità le fanno delle fabbriche d’adrenalina, che richiedono una certa esperienza per essere guidate. Purtroppo i cicli di produzione e l’abbattimento dei costi, impongono una tolleranza nella precisione degli accoppiamenti abbastanza grossolana per quanto riguarda le sospensioni. Apportare delle migliorie sulle stesse si rende necessario non solo se si ha voglia di lottare con il cronometro in pista, ma anche per l’utilizzo prettamente stradale. Molti sono i tecnici che offrono la propria assistenza, ma sono pochi quelli che possono definirsi bravi e vantare un’esperienza ventennale in pista come pilota tra i più veloci del meridione. Gianfranco Rivieccio, ex campione del mondo scooter Malossi nel 1999, è oggi uno dei tecnici più stimati in Campania e non solo: “La mia  – racconta Rivieccio – carriera agonistica l’ho iniziata sugli scooter, dove ho vinto praticamente tutto. Nel 2005 passo alle moto, e mi aggiudico la classe 1000 Open del Trofeo Inverno. Ho partecipato più volte al Civ, e a giugno del 2010 in sella ad una Kawasaki Ninja arrivo secondo nella prova del Trofeo del Centauro di Vallelunga. Nel frattempo è iniziato il mio percorso di tecnico delle sospensioni, e l’esperienza di pilota mi è servita tanto, sia nella comprensione del loro funzionamento, sia per capire meglio le esigenze che un pilota ha durante una fine settimana di gara. Dopo dieci anni d’attività a Torre del Greco, ho deciso, a trentasette anni, di lanciarmi in una nuova avventura, ed aprire un centro assistenza a Santa Maria Capua Vetere, alle porte di Caserta, in Via Santagata 21”. Il mondo delle sospensioni è forse quello più decisivo ai fini del piacere alla guida di una moto: “Sono – spiega Gianfranco – le componenti più importanti sia riguardo la ricerca della massima prestazione, sia della sicurezza del veicolo. Nulla può rovinare maggiormente la percezione della qualità di una moto, di un reparto sospensioni non adeguato o registrato male. La loro regolazione è operazione molto delicata perché va provato l'esito della regolazione per ogni modifica apportata; diventa quindi fondamentale, prima di modificare i vari parametri, segnare le posizioni di tutti i registri e il comportamento della moto ad ogni variazione, per poter facilmente tornare alla posizione di partenza. È importantissimo effettuare piccoli cambiamenti alla volta e testare il risultato, cercando nel successivo test di valutare i comportamenti dell'anteriore e del posteriore della moto. Come tecnico ho il piacere di lavorare sia con piloti professionisti sia con utenti che usano la moto solo sulle strade di tutti i giorni. I primi posso seguirli grazie ad un motor home, mentre i secondi sono motociclisti che hanno compreso che avere delle sospensioni tarate in base al proprio peso, al proprio stile di guida, trasformano la moto rendendola più divertente e sicura. Chi volesse contattarmi per avere maggiori informazioni, può farlo mandandomi una mail all’indirizzo info@rivieccioracing.it”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©