Sport / Calcio

Commenta Stampa

Nazionale pronta per affrontare la sfida delle paraolimpiadi

Gianni Sasso convocato nella nazionale di calcio amputati


Gianni Sasso convocato nella nazionale di calcio amputati
11/12/2012, 09:51

Chi conosce le sue straordinarie e impareggiabili gesta sportive, sicuramente non si è meravigliato affatto quando ha appreso la notizia che Gianni Sasso è stato convocato nella nazionale italiana di calcio amputati. Voluta fortemente da Francesco Messori, giovane quattordicenne amputato che coltiva da sempre la passione per il calcio e che ultimamente ha coronato il suo sogno di incontrare Messi e Totti, grazie al C.S.I., Centro Sportivo Italiano, in questi giorni ad Assisi la nazionale italiana amputati ha mosso i suoi primi passi ed è pronta a sfidare le nazionali di categoria già presenti in altri paesi del mondo come la Francia, la Germania, l’Inghilterra e il Giappone. Presente al battesimo della nazionale anche l’allenatore di serie A Emiliano Mondonico. Nel giorno dell’esordio della nazionale italiana amputati non è passata certamente inosservata la prestazione di Gianni Sasso, lo speciale atleta dell’isola d’Ischia che senza una gamba rappresenta un vero e proprio fenomeno sportivo. Recordman del mondo della categoria nella maratona, impresa che a livello mediatico lo ha reso celebre persino all’estero, anche nel ciclismo e nel calcio rappresenta un’icona dello sport. Ad Assisi, al suo esordio con la nazionale azzurra in una partita amichevole, Gianni ha realizzato due reti di ottima fattura così come tra l’altro ci ha abituati ormai da sempre a fare visto che spesso sui campetti isolani lo vediamo dribblare, colpire di testa, tirare a volo e persino esibirsi in incredibili e spettacolari rovesciate. Soddisfatto per la convocazione e l’esordio in nazionale, di ritorno da Assisi Gianni ci ha raccontato della sua nuova avventura sportiva: “E’ stato davvero emozionante essere presentati sulle note dell’inno di Mameli in una sala stracolma con la presenza di circa settecento persone. I due goal messi a segno nella partita amichevole sono relativi rispetto all’importanza che per tutti noi ha rappresentato questo appuntamento”. Gianni ci ha anche elencato quali saranno i suoi prossimi impegni sportivi che prevedono a breve scadenza la mezza maratona Ostia-Roma e la maratona di Londra dove tenterà ancora una volta di battere il record del mondo della categoria che detiene ormai da anni. Per il momento quella di Londra sarà l’ultima maratona programmata perché, sorprese delle sorprese, Gianni a breve potrebbe entrare a far parte della nazionale di paratriathlon e gareggiare per il titolo italiano, quello europeo e quello mondiale. Tutto questo in preparazione della partecipazione alle paraolimpiadi di Rio 2016.

Commenta Stampa
di Gennaro Savio
Riproduzione riservata ©