Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Giannini:"Io ero il Principe, Maradona il Re"


Giannini:'Io ero il Principe, Maradona il Re'
29/10/2010, 14:10

"Io ero il Principe del calcio, Maradona e' stato il Re, il piu' grande di tutti. Da avversario era stimato da ogni giocatore, ha fatto divertire tanta gente, sia napoletani che non. Stiamo parlando di un marziano, un extraterrestre. Diego ha scritto la storia del calcio". L'allenatore del Verona, Giuseppe Giannini, parla cosi'' del campione Diego Armando Maradona, che domani compira' 50 anni, dai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. L'ex centrocampista della Roma e della Nazionale ricorda poi il Mondiale giocato in Italia. "Quella semifinale contro l'Argentina nel '90 brucia tanto, aver perso ai rigori, soprattutto dopo un gol di Caniggia, che di testa non ha mai segnato. In piu' quella Nazionale era formidabile: c'erano tanti campioni ed eravamo la squadra da battere. Quanto e' cambiato il calcio? C'e' maggiore intensita' ed agonismo, ma c'e' molta qualita' in meno. Riconosco che gli attuali calciatori, per struttura fisica, sono piu' preparati rispetto a dieci anni fa", aggiunge Giannini. Il tecnico del Verona parla anche di calcio giocato. "Mi piaceva molto Cigarini, ha caratteristiche che con il tempo possono portarlo a diventare un bravo regista. Allenare un giorno la Roma? Mi piacerebbe tanto, e' il mio sogno, cosi' come sarei contento di allenare il Napoli, citta' in cui sono stato pochissimo, ma ho sentito il calore dei tifosi. Roma e Napoli sono obiettivi che ogni tecnico dovrebbe avere". (Red-Spr/Col/Adnkronos)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©