Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA D.ROSSI

"Gilardino a Firenze non aveva più motivazioni"


'Gilardino a Firenze non aveva più motivazioni'
03/01/2012, 14:01

''Qualcosa in Gilardino si era spento. E a malincuore ho detto si' alla cessione''. La Fiorentina di Delio Rossi ha scelto di fare a meno di Alberto Gilardino. ''Domando a voi se e' giusto tenere un giocatore senza motivazioni. D'accordo con la societa' gli abbiamo dato la possibilita' di esprimere le proprie capacita' da un'altra parte'', dice il tecnico viola rivolgendosi ai cronisti in una conferenza stampa tenuta con il direttore sportivo Pantaleo Corvino. ''Gilardino mi ha detto che qualcosa non quadrava e anche io avevo avuto la stessa impressione. Lui ha dato tanto a questa societa', ha fatto la storia e va rispettato. E' stato onesto, non ha assolutamente fatto il furbo'', spiega ancora. Nel mercato di gennaio, potrebbe arrivare una punta. Ma, a sentire l'allenatore, la Fiorentina non e' obbligata a comprare. ''Non e' giusto prendere un giocatore se non e' funzionale al progetto. Firenze, sia chiaro, non deve essere una tappa di passaggio per nessuno. Bisogna cercare elementi con determinate caratteristiche, ma e' piu' facile operare a giugno'', prosegue. Nessun dubbio sull'impegno della societa'. ''Non sta con le mani in mano. E i Della Valle non hanno intenzione di disimpegnarsi. Questa e' una fase di transizione, lo devono capire tutti. Ma io ho scelto la Fiorentina perche' ci sono potenzialita''', afferma il tecnico. ''Un calciatore deve scegliere la Fiorentina perche' ha una storia, perche' ha una proprieta' forte e perche' ha un futuro'', ribadisce. Rossi conta sul contributo di Riccardo Montolivo: ''Non mi ha dato l'impressione di pensare ad altro'', dice riferendosi al centrocampista che si svincolera' a fine stagione.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©