Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

IL PRESIDENTE

"Giocare sempre per vincere. Cavani incedibile"


'Giocare sempre per vincere. Cavani incedibile'
04/04/2011, 13:04

Il presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, ha commentato la vittoria del Napoli contro la Lazio ai microfoni di marte sport live.
"Lotito sbaglia a lamentarsi. In Italia si parla troppo, cosa che in Inghilterra non accade. Lotito si lamenta ma secondo me parla fuori luogo, conoscendo l'integrità morale di Cavani io non credo affatto che abbia simulato. Questa squadra ha dimostrato di non mollare mai e il pubblico di Napoli ancora una volta è stato fondamentale. Il Napoli è un grandissimo gruppo che vince grazie alla sua forza. Io devo fare un grosso applauso a tutti i componenti del Napoli, quelli che giocano e quelli che non giocano. Alla fine contro la Lazio sono stati fondamentali due come Gargano e Lucarelli che sono partita dalla panchina. Ognuno ha caratteristiche diverse e il mister sa come far rendere al massimo tutti. Mazzarri è bravissimo, ma non si devono fare paragoni con la scorsa stagione, lui è arrivato in corsa. se fosse stato con noi dall'inizio magari saremmo arrivati molto più in alto. Mazzarri è un allenatore di livello e io lo ringrazio così come faccio i complimenti a tutto il suo staff che ha fatto un lavoro incredibile. Mi sto consumando a furia di scongiuri,  ma ormai mancano solo sette partite, la Champions sembra molto vicina."
Adesso, con Cavani squalificato, si va a Bologna.
"Dopo questo turno forzato di stop spero di trovare un Cavani ancora più carico. Secondo me giocherà Lavezzi prima punta. Tutti parlano di quanto vale Cavani. Cavani non ha prezzo perchè non è vendita. Lui ora è del Napoli e resterà tale finchè non riterremo, entrambi, conclusa la sua missione. Io chiedo ai napoletani di stare vicini a Cavani sempre perchè lui ha servito questa maglia con grande umiltà. Un giorno, spero di no, ci sarà un monento in cui lui segnerà di meno ed è allora che il pubblico napoletano dovrà stargli ancora più vicino. Noi dobbiamo stare vicini ai nostri giocatori, finchè loro sentiranno che Napoli è casa loro nessuno vorrà andare al Manchester City o al Real Madrid."
Tanti dicono che il Napoli ha la panchina corta.
"Chi scrive che siamo solo fortunati sbaglia. Questo è un signor organico composto da ragazzi che credono in quello che fanno. Bisogna solo imparare a non mettere pressione alla squadra, se il popolo napoletano non metterà pressione sono certo che nei prossimi anni ci toglieremo grosse soddisfazioni. Con il Bologna mi auguro per prima cosa che sia una bellissima partita all'insegna della sportività e della civiltà visto che si parla di quasi diecimila napoletani in trasferta. Loro hanno un grandissimo allenatore che è stato capace di compattare il gruppo e di portarli a fare un grande campionato nonostante i grandi problemi."
Napoli contro la strapotere del Nord?
"Il Napoli in più delle squadre del Nord ha un nome che è un marchio internazionale. E' difficile parlare di Inter e Juventus al di fuori dello sport, cosa possibile invece con squadre come Napoli e Roma. Inter e Juventus devono esprimere il loro valore assoluto attraverso il calcio e per questo si sbattono tanto e devono assolutamente vincere nello sport."
Prandelli ha parlato di Napoli da scudetto
"Detto da lui mi fa piacere perchè è un grande uomo, una persona di grandi valori. Prandelli è un vero uomo. Noi vogliamo giocarci il campionato sino alla fine ma anche se non dovessimo vincere il titolo tutto possiamo dire a questa squadra tranne che abbia mancato d'impegno. Noi dobbiamo semplicemente essere realisti. Il Napoli è una squadra amata da molti proprio perchè si impegna in campo e non gioca in maniera supponente."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©