Giro d'Italia: corridori rifiutano di correre l'ultima tappa a Roma, troppe buche - JulieNews - 1

Sport / Vari

Commenta Stampa

Tappa "sterilizzata", accettata la richiesta

Giro d'Italia: corridori rifiutano di correre l'ultima tappa a Roma, troppe buche


Giro d'Italia: corridori rifiutano di correre l'ultima tappa a Roma, troppe buche
28/05/2018, 09:32

ROMA - Ennesima figuraccia mondiale del Comune di Roma, questa volta legata al Giro d'Italia. Nonostante da giorni sia stato oganizzato un rattoppo di emergenza per le buche sulle strade che i ciclisti dovevano percorrere per l'ultima tappa (che già di per sè è comunque una passerella, di solito, quindi affrontata senza eccessivo agonismo), il fondo era comunque così irregolare che i ciclisti hanno minacciato di non correre la gara per paura di cadere e farsi male. Hanno minacciato di fermarsi davanti al traguardo tutti insieme, se le loro richieste non fossero state accolte. Piuttosto che quetso, è stato deciso di sterilizzare la gara: tutti arrivati con lo stesso tempo e quindi nessuna influenza sulla classifica. 

Ma se l'effetto sulla gara è stato nullo, l'effetto mediatico è stato enorme. Molti giornali sportivi hanno fatto vedere le foto delle strade in pessime condizioni, dimostrando anche all'estero l'inefficienza e l'incapacità della giunta Raggi. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©