Sport / Vari

Commenta Stampa

Giunto alla chiusura il Capri-Napoli trofeo Banco di Napoli


Giunto alla chiusura il Capri-Napoli trofeo Banco di Napoli
28/06/2010, 17:06

Un po' più riposati e più consapevoli dell'impresa compiuta. Si sono presentati così alla premiazione ufficiale i nuotatori che hanno preso parte alla Capri-Napoli trofeo Banco di Napoli, la gara di nuoto di fondo inserita nel Gran Prix Fina di coppa del mondo, che comprende tutte le gare superiori ai 10 km. Oggi si è svolto l'atto conclusivo della 45esima edizione della prova che si disputa sui 36 km che dividono Capri dalla terra ferma: è stata la nave da crociera Msc Fantasia a fare da scenario all'iniziativa, alla quale hanno preso parte tra gli altri l'organizzatore, Luciano Cotena; il responsabile dell'area manager Sud Italia di Msc Crociere, Francesco Manco; Marco Del Gaiso dell'associazione Bluduemila. Sono stati loro a premiare i nuotatori che sono saliti sul podio nel corso della Capri-Napoli.
Il più felice di tutti era Damian Blaum, l'argentino che è arrivato primo nella gara maschile. Per lui si tratta di un successo storico, visto che l'Argentina non si aggiudicava la Capri-Napoli da 18 anni, dall'ultima vittoria di Degano: "Sono onorato - racconta il vincitore 2010 - di essere entrato nell'albo d'oro di una manifestazione che in passato è stata vinta da gente come Camerero, Plitt e Degano, atleti che hanno fatto la storia del nuoto in acque libere. Confesso: stanotte ho dormito circa due ore. Ero elettrico, ripensavo alla gara e alla mia vittoria e quasi non sono riuscito a chiudere occhio. Ma è stata una notte in bianco che benedirò per tutta la vita".
Ampi sorrisi anche per Alessandra Romiti, l'italiana che invece si è aggiudicata la prova in campo femminile. Per la nuotatrice di Anagni si tratta del secondo successo alla Capri-Napoli dopo quello ottenuto nel 2007: "Una vittoria - afferma - che mi ripaga di mesi passati a fronteggiare un virus che mi ha rovinato una buona parte della stagione. Adesso mi sono messa tutto alle spalle e mi sento pronta a disputare le altre due tappe europee di Coppa del Mondo, in Macedonia e Serbia".
Guarda al futuro il presidente di Eventualmente, la società che organizza la Capri-Napoli, Luciano Cotena: "La 45esima edizione - sostiene - era un tassello fondamentale della manifestazione. Per questo abbiamo voluto dare un tocco particolare sin dalla partenza, avvenuta a ridosso della Grotta Azzurra grazie alla disponibilità del Club Nettuno. E per chiudere in bellezza, entro fine anno sarà pubblicato un libro, curato da Franco Esposito e Marco Lobasso, che racchiuderà la storia di questa prima parte della storia legata alla Capri- Napoli".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©