Sport / Motorsport

Commenta Stampa

Giuseppe Pellegrino: "Finalmente il Drifting in Campania!"


Giuseppe Pellegrino: 'Finalmente il Drifting in Campania!'
05/09/2012, 09:44

Il 22 ed il 23 settembre il Circuito del Sele di Battipaglia sarà l’arena incandescente del terzo e quarto round del Superdrift Professional Challenge. Il Drifting fa tappa in Campania, per infiammare e deliziare i cuori di chi ama le acrobazie di traverso su quattro ruote. A tenere alta la bandiera napoletana ci sarà Giuseppe Pellegrino, drifter del Team De Prisco Racing Motor. Per l’avvocato partenopeo che sfida i piloti di tutta Italia che vanno alla deriva, si tratta di gare decisive, in grado di trasformare in eccezionale la sua stagione: “Quest’anno – dice Pellegrino – ancora non mi sono espresso ai massimi livelli. Mi ha rallentato la trasformazione della Bmw M3 E 36 che guido; l’aggiunta del compressore volumetrico ha portato la potenza a 500 cavalli. Con una cavalleria così nutrita occorre un po’ di tempo per familiarizzare. Confido molto nelle prove che si terranno sul tracciato del Sele per recuperare posizioni in classifica”. Pellegrino ha iniziato la sua carriera di drifter nel 2010: “In me – spiega – la passione per il drifting ardeva già nel 2009. Dopo aver frequentato dei corsi di guida, ho deciso di mettere alla prova le mie qualità in questa spettacolare disciplina. Mi sono affidato all’esperienza e competenza di Alfonso De Prisco, tecnico molto bravo ed apprezzato nell’ambiente. Nell’anno dell’esordio ho fatto mio il titolo di miglior debuttante del Super Challenge, il campionato organizzato da quel genio di nome Nicola Tesini”. Inizia l’autunno e per la Campania può iniziare una nuova stagione di appuntamenti adrenalinici: “Apprezzo – sottolinea Giuseppe – lo sforzo di Tesini di organizzare da noi due eventi di primissimo livello. La mia squadra s’impegnerà al meglio per far conoscere nella nostra terra questo sport estremamente spettacolare. Siamo fiduciosi e crediamo che con facilità catturerà l’interesse di tanti appassionati”.

Commenta Stampa
di Alfredo Di Costanzo
Riproduzione riservata ©