Sport / Basket

Commenta Stampa

GMA POZZUOLI – NAPOLI 53–52


GMA POZZUOLI – NAPOLI 53–52
07/03/2011, 10:03

GMA POZZUOLI: Gatti, Gonzalez 5, Walker ne, Mazzante 14, Benko 5, Minervino, Mihailova 12, Grasso 6, Dixon 11, Zampieri. Coach Palumbo.

JOB GATE NAPOLI : Micovic 13, Corradini , Grant ne, Gentile 4, Esposito ne, Micovic 8, Callens 19, Vujovic 6, Gidden ne, Pernice .2 Coach Massaro

ARBITRI: Pratillo di Casagiove (Ce) e Gaudino di Nocera Inferiore (Sa).

PARZIALI: 18 – 17, 30 – 32, 43 – 45.

USCITI PER FALLI: Grasso, Mazzante (GP).

Torna alla vittoria la Gma Pozzuoli (53–52) e lo fa contro il Napoli Women in un derby che è stato tale. Gara intensa, combattuta con entrambe le selezioni che hanno goduto di minimi vantaggi (5 e 7 punti).

Soluzioni difensive variabili (zona ed uomo) per le flegree che hanno una marcia in più (5 possessi avversi neutralizzati). In attacco la mira non è ottimale, ma sufficiente per volare sul 9–4 al 5° (Gonzalez 5, Dixon 2, Grasso 2) e costringere coach Massaro ad operare la prima sostituzione (entra Callens per Pernice). Inizialmente la mossa sembra non produrre effetti, poi le viaggianti hanno benefici dalla zona. Vujovic e le sorelle Micovic completano la rimonta: 18–17 al 10° (9–13 il parziale).

Polveri bagnate in avvio di secondo quarto. Callens infila la tripla del primo vantaggio (18–20 dopo 90”). E’ un fuoco di paglia perché la difesa di casa sale di tono (7 recuperi). Dixon (3) e Mihahilova (4) operano il controsorpasso: 25–22 al 15° (7–2). Raggiunto il bonus le ospiti tornano a zona e la scelta è corretta. Lo è parzialmente quella difensiva delle puteolane che subiscono le contendenti che si portano nuovamente al comando: 27–30 al 19°. Grasso e Mazzante riportano a contatto la propria squadra staccata a fil di sirena da Micovic Ma (30–32 al 20°).

Da dimenticare l’inizio del terzo periodo della Gma che segna un solo canestro e spreca 4 occasioni. Più cinica Napoli che con Micovic Mi (3), Micovic Ma (2) e Callens (2) vola sul +7 al 23° (32–39) spingendo all’immediata sospensione coach Palumbo. La difesa è registrata (8 recuperi), l’attacco non ancora, ragiona tanto e realizza poco (Mazzante 3, Mihahilova 2): 37–41 al 25°. Risultato fermo per 2’ sino all’antisportivo sanzionato a Vujovic al 37°: Dixon (2/2). E’ sempre l’americana ad impattare a quota 41 (al 38°) dopo aver rubato la palla nella propria metà campo. Micovic Mi e Callens riportano in testa le viaggianti (41–45 al 29°). Benko lima le distanze al 30° (43–45).

Solito copione in apertura dell’ultima frazione: le flegree lavorano bene in difesa (4 recuperi), ma ragionano troppo sotto l’altro canestro. Con fatica Dixon (2) e Mihahilova determinano il 49–47 del 34°. Il computo dei falli individuali condiziona 3 cestiste, la prima ad uscire è Grasso al 35°. Le padrone di casa sono in bonus. Le ospiti provano a sfruttarlo: Gentile (1/2), Micovic Mi (1/2) che, poi, sul rimbalzo catturato dalle compagne griffa il 49–51 del 37°. Partita tutt’altro che finita. Mazzante trova una bomba da oltre 8 metri (53–51 a 150” dalla sirena). Vujovic avvicina Napoli (53–52). Non finalizzati due possessi offensivi per team. L’ultimo possibile è per le puteolane che lo giocano su Dixon che congela la palla sino al fallo subito a 3,4” dallo scadere. Le viaggianti ne possono spendere ancora 2, ma non c’è il tempo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©