Sport / Basket

Commenta Stampa

GMA Pozzuoli, Gatti: "stimo tanto Gentile"


GMA Pozzuoli, Gatti: 'stimo tanto Gentile'
12/04/2011, 11:04

Sono tanti i motivi d’interesse legati al 2° turno dei play out tra la Gma Pozzuoli e la JobGate Napoli. In primis la salvezza in palio tra due compagini campane. Poi i diversi duelli individuali che si vedranno sui parquet: Mazzante (13 punti)–Micovic Ma (9,3 punti e 5,6 rimbalzi), Dixon (13,5 punti)–Vujovic (9,9 punti), Walker (11,5 punti ed 8,5 rimbalzi)–Gidden (10.9 punti e 9,7 rimbalzi), Giulia Gatti (4,4 punti e 1,6 assist)–Gentile (4,1 punti).

Alla vigilia, il play delle flegree spende parole importanti per la collega. “Nell’annata 2008/09 quando siamo state compagne di squadra mi ha trattato come fossi una sorella minore – rivela – Mi ha aiutato in campo e fuori. Abbiamo instaurato un bellissimo rapporto ed in questa stagione che siamo nuovamente vicine ci siamo viste spesso oltre ad esserci sempre sentite telefonicamente. E’ una grandissima persona che stimo tanto. Come giocatrice non si discute: è molto brava, carismatica, lavora per il gruppo, vuole sempre vincere, sempre molto positiva. Anche come cestista ho imparato tanto da lei”.

C’è, infine, la sfida in panchina tra due veterani del ruolo di coach: Fulvio Palumbo conseguì la tessera d’allievo allenatore nel 1974. Il più giovane Massimo Massaro ha già alle spalle più di 30 campionati tra serie B/2 e C/1 maschile, A1 ed A/2 femminile. “Le prime sfide tra noi risalgono a molto tempo fa e nel settore maschile – racconta il tecnico puteolano – Precisamente alla stagione 1990/91 quando io guidavo il Capri e lui la Partenope. Erano due realtà molto differenti: loro erano una neopromossa, noi iniziammo il torneo da outsider, ma alla fine disputammo i play off. Come organico eravamo superiori”. Esattamente quattro lustri dopo si sono ritrovati in occasione del derby di ritorno. “Oggi Massimo non lo scopro certamente io – aggiunge – E’ un buon allenatore, sicuramente uno dei migliori in Campania. Lo ha dimostrato in questo periodo alla JobGate Napoli, ma anche nella breve, ma significativa parentesi con la Np Napoli e nelle altre società. Oggi è sicuramente più esperto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©